username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Filtri di ricerca
  • La poesia contiene la parola
  • Nome autore

Poesie

“Uno sguardo vergine sulla realtà: ecco ciò ch'io chiamo poesia”
Edoardo Sanguineti


Le poesie dei nostri autori sono tutte raccolte qui.
Se vuoi inserire le tue poesie in una pagina a te riservata, iscriviti ora e scopri come fare!

elementi per pagina
  • 25 luglio alle ore 21:45
    Troverò pace tra le tue mani

    Troverò pace tra le tue mani,
    troverò tutte le parole
    desiderate
    dentro un bacio,
    troverò l'estate
    nel mio esilio,
    troverò spazio
    per far crescere
    il mio amore
    ad ogni respiro,
    troverò stelle cadenti
    perché tu possa
    desiderare nel tuo silenzio,
    troverò nel tuo vento
    la mia anima guarita.

     

  • 25 luglio alle ore 20:53
    Scalatori

    A loro piaceva ascoltare 
    l'eco della montagna 
    mentre tornavamo
    nei loro rifuggi
    per respirare quel senso 
    di  profonda libertà.
    La nebbia si infittiva
    ma loro cantavano 
    per farsi coraggio...
    quando il  boato
    di una valanga
    tradì la loro felicità. 

  • 25 luglio alle ore 15:28
    La casa sulla collina

    Il mio dovere
    è scostare le nebbie
    dai tuoi occhi,
    per rivedere i tuoi sogni
    su quel sentiero
    che a casa sembra riportarmi.
    Una casa adagiata
    sulla curva di una collina,
    dove il mio passo d'amore
    inerme s'inchina,
    dove si ripetono gioie
    e canzoni dentro quelle mura,
    finché ci sarai tu
    a tessere vita.

  • 24 luglio alle ore 21:35
    Come una magia bianca

    Come una magia bianca
    sono queste finestre
    sul respiro dei tuoi giorni,
    come essere appoggiati
    ad una forza celeste
    che s'imprime nei tuoi occhi,
    come campane nella notte,
    come un dolore lenito
    in una preghiera,
    come un sentire vero
    d'incanto e d'infinito.

  • 24 luglio alle ore 21:34
    E' nel pensiero che evado

    E' nel pensiero che evado,
    è nella luce argentea
    di un sogno
    che me ne vado,
    volgendo le spalle
    ad un ordinario d'amore assente,
    che mi svuota lo sguardo
    di ogni cosa palpitante.
    E' la passione che porto
    a farmi desiderare
    anche nel dolore,
    un dolore che vive
    in silenzio sotto pelle
    e che diventa perla preziosa
    di un mare segreto
    dentro una stanza,
    in cui ritrovare,
    senza stancarsi,
    il coraggio di ritornare.

  • 24 luglio alle ore 13:05
    Dei nudi a far mazzetti

    si faranno mazzetti
    da gemmature
    di anemoni sul pube,
    il panorama già raffigurato
    con l’occhio del pittore
    raccordo di meduse
    lucide dolci di esplosioni.
    le cosce per ombrelli
    su di uno sguardo gambero
    propaggine del guizzo
    al gineceo dell’acqua,
    pasionaria.
     
    (sull'opera "Up" di Costa Dvorezky)

  • 24 luglio alle ore 12:42
    Sei tu la mia coperta

    Sei tu la mia coperta
    ti vorrei sempre
    portare con me
    per poterti ricordare
    per amarti sempre di più
    per non perderti
    per non abbandonarti mai
    per non dimenticarti
    ti vorrei sempre con me.
     

  • 23 luglio alle ore 16:15
    Haiku

    Brezza di luglio buon sapore di mare brividi caldi

  • 22 luglio alle ore 22:18
    Come un fuoco in una lacrima

    Nascondo la mia voce
    in un silenzio d'amore,
    come un fuoco in una lacrima,
    come un sogno in una
    scatola.
    Un abisso da dimenticare
    quando nessuna tua carezza
    è sulla pelle
    e nella notte porto a fatica
    questa mia febbre
    sotto il mistero ancestrale
    delle stelle.
    Ad ogni passo per te
    s'illumina di poesia il cuore
    e un coro di angeli
    ascolto andando verso il mare.

  • 21 luglio alle ore 23:42
    Ci sono stati giorni

    Ci sono stati giorni
    come buchi
    in cui cadeva dentro
    il peso degli eventi,
    trasformati in lacrime
    senza permesso.
    Ci sono stati giorni
    come arcobaleni
    con una gioia tale
    da non vederne la fine.
    Ci sono stati giorni
    rimasti intatti nei ricordi,
    che non perdono il tepore,
    sopravvissuti al freddo
    di una terra desolata.
    Ci sono giorni in cui
    rimango con lo sguardo
    al cielo abbandonato,
    in attesa di un richiamo,
    di un luogo misterioso
    in cui poter posare i sogni
    di un letargo
    a nessuno confessati.

     

  • 20 luglio alle ore 22:31
    Platoniche idee

    Visioni ed ossessioni
    sulla strada abbandonata,
    percorro in sovrappensiero
    il resto del cammino.
    Dissolvo un sorriso
    per chi trovava
    insensate le mie lacrime,
    domande allo specchio
    per sconfinare nell'assurdo
    e comprendere il contrario
    che conoscevo.
    Platoniche idee
    affollano
    questo mio tempo sospeso,
    che non riesce
    a raggiungere una pace,
    quattro gli elementi
    che mi parlano del mondo,
    due parole d'amore
    sulla tua bocca
    per rinascere ancora..

     

  • 20 luglio alle ore 22:17
    Leggimi

    Leggimi
    Coglierai così 
    attraverso le mie parole 
    l'inatteso sentimento 
    che mi spinge 
    senza esitazione alcuna 
    a cercarti...ovunque

  • 20 luglio alle ore 22:14
    Eppure...

    Eppure 
    danzerei con te

    Sfiorando appena
    la tua anima
     
    Sull'onda
    di toccanti vibrazioni

  • 20 luglio alle ore 18:44
    Sposterò il cuore

    Sposterò il cuore
    un po' più in là
    di questa tua assenza,
    voglio che non si accorga
    della pioggia caduta dentro,
    gli dirò che lo porterò
    in viaggio
    e lo stupirò con nuovi orizzonti
    e paesaggi sublimi.
    Sposterò il cuore
    e fingerò di salvarlo
    dal deserto intorno
    e la notte gli darò un sogno
    per curarlo,
    gli darò l'ascolto di una voce
    per cullarlo.

  • 20 luglio alle ore 17:21
    Rosalba (Acrostico)

    Rosa
    Osa
    Sempre,
    Accogliendo
    L'alba
    Beatamente
    Addormentata

  • 20 luglio alle ore 16:18
    Un posto di pietra fedele

    Se tento
    di fissare gli specchi
    mi vedo già nel passato.
    Se fotografo il cielo
    non posso entrarci
    che da un’illusione prospettica.
    Mai stata pioggia
    mai selciato
    mai una statua di ghiaccio.
    Cerco ancora
    un posto di pietra fedele
    e addomesticamenti.

    Ispirata all'opera pittorica "Histoire infinie" di Zaid Touria, in Quaderni di UniDiversità n.2/2020 

  • 20 luglio alle ore 16:05
    GIUSEPPE (Acrostico)

    Gioioso
    In
    Un
    Sole
    Errante
    Per
    Pochi
    Eletti

  • 19 luglio alle ore 13:15
    Mi fermo a guardarti

    Mi fermo a guardarti,
    su di te vedo
    il conforto che mi manca.
    Il tuo viso mi racconta
    dolori silenziosi
    e gioie cantate,
    amore portato addosso
    in ogni istante
    e catene rotte
    sul confine di un ricordo.
    Passaggi di eternità
    i tuoi occhi
    lasciati spesso naufragare.
    Mi fermo a guardarti
    e mi perdo nell'imprevedibile,
    mi fermo e arrivo oltre
    tutte le incertezze,
    che prima comparivano
    nella mia solitudine,
    mi fermo a guardarti
    e nell'anima si espande
    per te tutto il bene.

  • 18 luglio alle ore 20:01
    Figlia di un silenzio

    Sembrano petali bianchi sulla pelle
    i desideri che mi vengono incontro,
    nella sera che guardo
    da questo angolo
    di malinconie cesellate
    a te ignoto.
    Sembra di essere figlia
    di un silenzio che viene dal cielo
    e se parlo potrebbe ascoltare
    anche Dio,
    trovando nelle mie parole
    quell'amore che ho messo
    ripiegato nell'ombra,
    ma che continua a tessere luce
    quando riverbera
    nei tuoi occhi di vita appassionati.

     

  • 18 luglio alle ore 19:01
    Racconto di un vento

    Racconto di un vento
    che mi ha portato
    il rosso di un sentimento
    ed io in silenzio
    lo lascio nel cuore,
    tra i battiti e un pianto,
    un sentimento entrato
    nelle mie giornate,
    nonostante tutti i muri
    che ho innalzato,
    nonostante le ali
    finite nel fango.
    Racconto di un vento
    giunto sulla terra
    della mia anima
    ed io che sento
    nuovamente vivermi
    ad ogni respiro.

  • 17 luglio alle ore 22:13
    Imprecisa

    Imprecisa io di fronte a te
    persino nella regolarità
    dei battiti,
    che quasi mi assalgono
    se penso che esisti davvero;
    finisco di chiedere al fato,
    finisco di correre invano
    e mi fermo a dimenticare
    tutto il buio
    che un attimo prima era,
    mi fermo a guardare
    dove il tuo passo
    è stato sulla mia strada.

  • 17 luglio alle ore 16:32
    Che senso ha

    Che senso ha darti un bacio
    se poi vorrei dartene
    mille e mille ancora!
    Che senso ha vederti un attimo
    se poi vorrei stare con te
    per sempre!
    Che senso ha abbracciarti
    se poi vorrei non allontanarmi
    mai da  te!
    Che senso ha dirti ti amo...
    Ha senso! Ha senso!

  • 17 luglio alle ore 16:30
    L'attesa

    A volte accade

    S'apre
    d'improvviso
    uno squarcio di luce...

    Che aspettavi da tempo

  • 16 luglio alle ore 20:01
    Scintille di utopie

    Scintille di utopie
    scoppiano nei miei occhi,
    figure di luce
    si muovono lente
    sui miei muri in penombra,
    bagliori di ideali rinunciati
    tornano a farmi tremare
    lo spirito.
    Il tempo ha ridato fuoco
    alle mie vene,
    il tempo scrive e riscrive
    l'evanescenza di storie,
    come candele nelle notti
    di tempesta
    e l'amore è la prima fiamma
    che ho visto nascere
    sul mio lago di ghiaccio segreto.

     

  • 15 luglio alle ore 18:42
    E mi ricordo

    Un prato assolato
    può sembrarmi l'infinito,
    anche solo se ti trattengo
    in un pensiero
    e mi ricordo quelle parole
    che non riuscivo a dire,
    cercando di fuggire
    su un altro orizzonte,
    dove portavo l'attesa
    di un tuo prossimo sguardo
    a me dedicato.