username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Raffaela Ruju

in archivio dal 03 mag 2006

28 febbraio 1960, Tissi (SS) - Italia

06 febbraio 2012 alle ore 18:55

l'immortale legno

chi mi scava il tronco
separato dalla storia alle radici
ruba i miei occhi alla bellezza

Una luce di conifere straniere
di salici piangenti
oppure è il tronco di una nostrana quercia?

E’ il ricordo di fronde
di rifugi ricavati asportando cortecce
una scorza che dura nel tempo

Chi mi racconta l’immortalità
non ha visto le ombre spezzate
ed i rossi che macchiano il bianco

Non conosce le albe incise sul legno
ed aspetta che la vita lo assalga
prima di scivolare dentro nuove cavità.

Le radici hanno linfa e sangue vitale
mi attraversano nell’oscurità
troppo bianca per  farmi paura.

Quanti sono i segreti del legno
di una quercia o di un pioppo
nessuno lo sa!

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento