username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Raffaela Ruju

in archivio dal 03 mag 2006

28 febbraio 1960, Tissi (SS) - Italia

17 ottobre 2006

Osservazioni scritte a colazione

Sopra questo letto infermo

chiedo alla penna inchiostro

anche logoro e usurato


che tanto resta oscuro ogni pensiero


ho dentro mille idee rassegnate

e l’acqua del catino ormai ammuffita

chiedo un scarico che incanali


questa creatività rimasta al capolinea


ci fosse un tram che porta dritto in Cina

invece del rumore di rotaie di Opicina

m’inventerei pure la nebbia dell’aria frizzante


di questo viaggio breve sul diario a quadrettini


che sopra il foglio bianco

scrivo per storto anche la liberazione

che mi assalta spappolandomi la testa

 

e torno a casa senza fretta

con i pensieri vuoti sul tramonto

sputando noccioli rubati agli scoiattoli

e una foglia di quercia tra i capelli

 

da lontano scorgo Trieste immobilizzata dalle nuvole

 

Sono solo osservazioni scritte a colazione

col nero di caffè che odora le dita

di una mano ferita, senza dire parola.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento