username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Raffaele Catello

in archivio dal 29 mag 2007

21 agosto 1980, Napoli

segni particolari:
Ho una cicatrice in viso in ricordo di un adenoma pleomorfo che mi è stato asportato qualche mese fa.

mi descrivo così:
Sognatore. Sono un poeta, scrittore, attore. Ho pubblicato la mia prima opera per la casa editrice "Il Filo". Il titolo è Nunn'è poesia - Guerrammòre

29 maggio 2007

'O cecato

Addo’ stive??
Te steve aspettanne…

E’ nu sacco ‘e tiempo  ca te penso
Sento l’addore tuoio.
Dint’e suonne t’aggiu visto

E m’addumannavo: Ma Quanne??

E mò staje ccà.

Nun c’è vuluto niente,

T’aggio riconosciuta d’int ‘a nu mumento.
E’ bastata ‘na parola

E finalmente, sò fernute ‘e turmiente.

Mò sì, ca me sento comme a ‘llate
Nun tengo cchiù bisogno ‘e niente,

Mò c’Ammore pure pe mè è arrivato
Sò cuntento, e

Veche cu ll’uocchie tuoje 
Tutto chello ca me sta attuorno

’A vita nunn’è cchiù nera,

Pecchè nun me sento cchiù cecato.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento