username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Raffaele di Ianni

in archivio dal 03 mag 2011

02 maggio 1983, Gaeta (LT)

mi descrivo così:
...o poesia o la corda di violino appena sfiorata dall'animo che fugge...

03 giugno 2016 alle ore 13:25

All'ombra dell'alba

Interminabili
le desolate praterie d'intenti
che nascono all'ombra dell'alba
e calano liane di speranza
sopra vasti abissi di sconforto...

Silente
l'animo che cerca quiete
dimenandosi tra il continuo logaritmo
e la totale assenza di mente
precipitando infine in malsane maree...

Scoperto
il giaciglio dei desii nascosti miei
resto pacato dova sospira la natura
ed il fresco alito della presenza di lei
diviene vivo spasmo del mio tedioso moto.

Raffaele di Ianni

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento