username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Raffaele di Ianni

in archivio dal 03 mag 2011

02 maggio 1983, Gaeta (LT)

mi descrivo così:
...o poesia o la corda di violino appena sfiorata dall'animo che fugge...

23 gennaio 2014 alle ore 13:29

Novelli spazi

Cosi t’accoglie la nuova strada
sognata quando tenue era la luce
reca seco timori inesplorati
e sobbalza l’animo impreparato.
 
Eppur fresco l’orizzonte posseduto
che si snoda dal tramonto al saluto
valido a donare l’intera condivisione
sugellata dalla perfezione mistica
 
Qui il percorso diviene lesto
a svelare l’abilità d’un sorriso
o soltanto a tramutare in estasi
la pelle nuda dei giovani mattini.

Raffaele di Ianni.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento