username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Raffaele di Ianni

in archivio dal 03 mag 2011

02 maggio 1983, Gaeta (LT)

mi descrivo così:
...o poesia o la corda di violino appena sfiorata dall'animo che fugge...

05 luglio 2012 alle ore 20:31

Petali di rosa

Mirano gli occhi a contare le stelle
cercando armonie del tuo sapore
e risposte portate dal vecchio desio
di sfiorarti i pensieri con lo stupore.

Ancor vivace il trapassato cantare
di favole disperse eppur vivaci
nelle levigate atmosfere dei ricordi
senza cedere il passo alla distrazione.

Si nutre l'animo dell'esigenza forte
ferendo il presente di abbracci e condizionali
perchè muore in un attimo il confronto
a te tornando si volta e ride.

E queste mani saprebbero disegnare
le geometrie dei tuoi sorrisi incerti
saprebbero spargere petali di rosa
e convincerti a volare conservandoli.

Raffaele di Ianni

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento