username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Raffaele Vertaglia

in archivio dal 14 dic 2007

07 gennaio 1958, Napoli

segni particolari:
Amo la vita, l'Amore, la musica classica, leggere tanto e scrivere le sensazioni che ne traggo.Non ho spazzole che "sparano" 100 colpi a notte per lenire le voglie di ninfomanie adolescenziali; né uso il pettegolezzo per accattivarmi le masse, ho solamente il cuore e la coscienza.

mi descrivo così:
Sono perché penso. Il mio pensiero é vita e dalla vita traggo sempre per descrivere i pensieri che nascon dalle cose. Dalle più orridi alle più odorose.

06 aprile 2009

Sopra un muretto, un tempo.

Sopra un muretto, un tempo
il trapassar l'età era il mio fine,
volevo che presto andasse via
l'era dei giochi e della dolcevita.
Un pugno di sogni e di infantili intenti
mi fecero pensare che il domani fosse mio,
del futuro appropiarmi a piene mani
e tutto ciò, pensavo d'esserne contento.
Poi la Vita mostra il suo volto vero
e tutti i sogni, li ripongo ogni momento
per dare spazio e voce a ciò che intento sia.
Le sperate mie dolci e inappagate sento
che inveiscon tumultuose nel mio io,
ed un turbine d'idee e pensierose
mi sommergono il presente...
gaio e dolce. Per me è lasciarmi andare,
in quest'apoteosi del tormento.

08.02.2009

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento