username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Riccardo Cogliati

in archivio dal 06 feb 2007

27 dicembre 1979, Lecco

27 luglio 2007

Tributo al caso

Tu,
sagace manipolatore di destini,
entità palpabile nella vita di ognuno,
che ami stupire,
nasconderti
e poi apparire.
Ti palesi inaspettato,
tu che odii i percorsi rettilinei,
creatore di curve quale sei,
mostri doti eccelse in fantasia
e la banalità non t’appartiene.
Sulla tua presenza generi pensieri,
addensi dubbi
e porti a elucubrazioni mentali,
a curiose congetture sulla tua forma,
poiché dal dubbio primordiale nasci
e vivi in terreni di pura filosofia.
Esisti o non esisti?
Questa è la domanda che accompagna la tua venuta.
Ci sei tu, o un disegno superiore?
Questo è l’approfondimento.
Di una certezza solo possiamo godere,
che la tua venuta porta gioie o dolori,
a seconda del vento che tira,
a seconda di quanto tu ti voglia divertire con noi,
esseri umani pensanti,
che per quanto sicuri possiamo essere,
siamo nati con il fardello del dubbio
e così tu vivi,
nascosto nell’inesplicabile,
ridendo dei nostri sforzi,
consapevole che tu,
in un secondo,
puoi capovolgere le stagioni
e far girare il sole attorno alla terra.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento