username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Riccardo Querciagrossa

in archivio dal 16 dic 2005

02 ottobre 1975, Forlì

mi descrivo così:
Sono laureato in lettere e storia, amo leggere e scrivere, e mi sto specializzando per diventare insegnante. Oltre alla letteratura amo la musica, l'arte, la storia, la filosofia e le discipline umanistiche in generale.

27 gennaio 2006

Terre nuove

Terre nuove e cieli nuovi, ancora

come dopo un’invocata apocalisse,

aperti i sigilli, i sette, oltre la valle

del Giudizio: comincia così l’era

incognita e sarebbe auspicio fosse

libera, leggera e un’alzata di spalle

respingesse senza fremito il nero

veleno lacrimato dall’essere. Ci desse

serenità olimpica, sorvolando le folle

alti levati e un’indifferenza vera,

magica, come le fate di Lyonesse,

elfica, incantata e impermeabile

all’impietosa grandine del cuore.

Commenti
L'autore ha scelto di non ricevere commenti