username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Rita Stanzione

in archivio dal 08 gen 2010

02 febbraio 1962, Pagani (SA) - Italia

12 giugno alle ore 12:59

Tutto il mare dice vieni

è così che le orme si danno correnti
alle protrusioni dei giorni
è il viaggiare senza partire
risacca di allitteranti congedi.
ci lascio gli occhi, al balenio di umidi fiotti
è così che ti fermo
dove il mare si assolve dal suo male.
invece no, richiama i polsi
li sottomette al nodo, sospeso sciabordio
da negare la linea dell’aria
gora ponte e pegno, senza finirmi
-è un atto di libido estrema
tra l’est e l’ovest,
con quanta cura mi sferza
su stasi di ossidiana. quanto, tu
gola gridata mi resti
amaranto di trabocchi, il rullare continuo.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento