username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Rossana Procia

in archivio dal 06 nov 2013

13 settembre 1969, Fondi (LT) - Italia

06 novembre 2013 alle ore 17:25

L'amore perduto

Pensieri che
fuggono ribelli
come criniere
di cavalli
al vento...
Dove sei?
Di cosa
ti nutri?
Di quale
battito vivi?
Quale strada
calpesti
senza me?
Eppure
un tempo
ti ho conosciuto!
Ti ho vissuto
ti ho respirato
ti ho avuto!
DIMMI:
Quale mano
ha impugnato
l'ascia del
destino
dividendoci
per sempre.
Dimmi
per chi vivi e
perchè vivi,
dimmi
cosa sei
esanime corpo
prosciugato
della linfa
della vita...
Sordo eco
di un battito
il mio cuore
non mi appartiene.
Ricordo
quante volte
siamo partiti 
e ritornati
sempre
tenendoci
per mano
seppure
senza sfiorarci..
diviso
il nettare
prezioso che
generosamente
sgorgava dalle
nostre labbra
senza bagnarci
Quante volte...
Ricordo
i nostri respiri che
si rincorrevano
per raggiungere
insieme
l'estasi
della passione
Quante volte...
Quante volte
le tue mani
hanno percorso
il mio corpo
rovistando
nella mia anima
senza mai
impadronirsene.
Ricordo 
quante volte
la mia calda
natura ha
offerto asilo
alle tue folli
corse e
quante volte
il mio corpo
si è rifugiato
nel tuo
consapevole
dell'incerta
dimora.
Dovrò
trovare 
una valida
ragione per
spiegare
al mio
nostalgico
cuore che
tutto questo
non c'è più.
Tutto
è perduto
ogni cosa..
siamo
rimasti soli
tu ed io.
Tu che 
ogni tanto
bussi alla
mia porta
senza
l'intento di
restare..
tu
perfetto
estraneo che
mi dormi
accanto
senza conoscere
i miei sogni e
i miei desideri..
Io eterna
vagabonda
nell'estanuante
ricerca del
posto che
cercavo..

 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento