username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Salvatore Messina

in archivio dal 07 dic 2005

06 agosto 1939, Catania

segni particolari:
Un neo sotto la pianta del piede sinistro e una moglie.

mi descrivo così:
Dolce e selvaggio quanto basta e viceversa.

30 gennaio 2006

Ed infine

T'amo
come il pane il miele
quando solenne al grembo
poso a te il mio sguardo
t'amo perché pura
costellata
infinita
 
t'amo
perché vergine
negli occhi nella mente
o nei sogni risplendenti all'eco
t'amo così
coi sapori dell'estate
ed ancora
infine
con la notte a rifiorire
perché mia
solenne e sacra.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento