username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Sandra Cervone

in archivio dal 02 nov 2006

01 novembre 1961, Gaeta

segni particolari:
Poetessa, Giornalista, Scrittrice.

10 novembre 2006

Intermezzo

Intro: Una storia breve, dai risvolti inaspettati. E' una storia? Un amore? Una passione? Un'infatuazione? Certamente è qualcosa di molto, molto "immaginario"...

Il racconto

Ogni volta che mi guarda intensamente, mi spoglia letteralmente coi suoi occhi.
Avverto quasi il sibilo del suo pensiero che, se parte in sordina, corre poi veloce e fiero fino al coinvolgimento totale. Dei sensi e delle intenzioni.
Ed è una piacevole tortura resistere al suo sguardo, tener testa al suo lento, fascinoso, possedermi.
Eccolo qui. Anche oggi mi guarda. Seduto alla sua scrivania mi scruta e mi desidera. Alzo piano lo sguardo e mi cattura. Mi porta fino al sogno e mi abbandona.
Allora son io che guardo e imploro e lui mi tiene a sé deciso e coinvolgente, complice magnifico di questo morboso gioco...
Accenno un bacio, risponde col sorriso. Ed io mi sento sua, ancora e ancora...
Poi, dall'alto del suo imprigionarmi, concede finanche tenerezza e dedizione.
E allora rido anch'io della mia sorte strana! Essere posseduta dalla sua foto. Qui, sul mobile, cartacea e innocua!

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento