username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Silvana Poccioni

in archivio dal 23 apr 2007

29 agosto 1949, Rocchetta A Volturno (is)

segni particolari:
Maniacale convinzione che la memoria sia il bene più prezioso che l'uomo possiede.

mi descrivo così:
Sono nata nella Centrale ENEL di Rocchetta a Volturno e vivo dal1983 ad Agnone, in Molise. Ho pubblicato nel 2002 il mio primo volume "In fondo al mattino" per le Edizioni Eva, nel 2008 "Quare id faciam", per la collana "La stanza del poeta", a cura di G.Napolitano e il

02 ottobre 2007

Uomo

Mi riconosco
nel tuo dolore
che mi consola mentre mi strazia
e nella gioia tua che mi rinnova
farfalla ad ogni primavera.
Cerco con te
la radice del nonsenso
di questa vita
che è nostra
e non viviamo
se non specchiandoci l’uno
nel sogno dell’altro.
Forse era destino
che dovessimo amarci
soli prescelti tra mille che non sanno.
E non si placa la tempesta
ma continuiamo a tenerci
aggrappati a quell’ancora
che ignari del naufragio
gettammo nel profondo.


Agnone, 24 settembre 2007

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento