username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Stefano Cuzzilla

in archivio dal 23 ago 2008

15 marzo 1960, Genova

mi descrivo così:
Semplice, fantasioso, voglia di conoscere ciò che mi circonda.

23 agosto 2008

Il mio teatro

Seduto su questo masso
Ammiro il mio teatro.
Una vena di scaglia rossa
Il mio testo?  e la pietra
Il mio pubblico?
Un fiore
leggo un testo antico
che nessun libro porta
una storia che risale
quando il mondo appare
solo  Calli nelle mani
è il mio costume!
Come orchestra? uno scalpello
il sipario si è alzato
ed il  buio è sparito
ora vado a recitare
ma per poter recitare devo scavare
per poter raccontare
quello che un giorno
il mondo  fu.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento