username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Stéphane Mallarmé

in archivio dal 06 giu 2001

1842, Parigi

1898, Valvins

segni particolari:
Ho subito l'influenza di Baudelaire e Poe, sono amico di Gide.

mi descrivo così:
Uno dei fondatori del simbolismo, ho sempre cercato di descrivere "non la cosa, ma l'effetto che essa produce".

29 marzo 2006

Cantico di San Giovanni

Il sole che nell'alta
Attesa là s'esalta
Ben presto ridiscende
Incandescente

Sento come alle vertebre
Dispiegarsi le tenebre
In un brivido lungo
Tutte congiunte

E la mia testa sorta
Sola vigile scorta
Nei voli trionfali
Di questa falce

Come rottura franca
Piuttosto calca o tronca
L'antico disaccordo
Con il suo corpo

Che di digiuni ebbra
Ancora seguirebbe
In qualche truce balzo
Il puro sguardo

Dove l'eterno gelo
Non tollera su al cielo
Che lo vinciate mai
Voi o ghiacciai

Ma secondo un battesimo
Luminosa al medesimo
Ente che mi ha voluto
China un saluto.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento