username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Ugo Mastrogiovanni

in archivio dal 26 ago 2006

12 marzo 1936, Orria (SA)

mi descrivo così:
Mi diletto a scrivere poesie da quando ero al liceo. Dopo la laurea, la mia vena poetica è stata bloccata dal lavoro. Ora che sono a riposo... spero nei lunghi periodi di riflessione e nipoti permettendo per recuperare i giorni perduti.

26 agosto 2006

Chi sei per me

Tu sei per me la nuvoletta bianca

che soffice e lontana

aspetta il bacio del vento;

la perenne fontana d’ambrosia.

Sei d’argento la brina

ch’adorna l’erbetta con mille goccioline di brillanti.

Sei la fata turchina che serio e geloso

serbai con rispetto

nel verde cassetto dei miei sogni.

I diamanti del mondo, il mistero del cuore,

sei le perle del mare.

Sei la dolce canzone d’amore

che pura e celeste

m’investe con voci d’incanto.

Sei il pianto del sole che lieve e dorato

s’adagia sul bianco deserto di neve.

Nel parco stregato: un’orchidea celeste,

nel cielo dorato: la veste dell’Eterno,

per il mio cuore ardente: un tempuscolo d’eternità.

(1960)

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento