username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Ugo Mastrogiovanni

in archivio dal 26 ago 2006

12 marzo 1936, Orria (SA)

mi descrivo così:
Mi diletto a scrivere poesie da quando ero al liceo. Dopo la laurea, la mia vena poetica è stata bloccata dal lavoro. Ora che sono a riposo... spero nei lunghi periodi di riflessione e nipoti permettendo per recuperare i giorni perduti.

22 gennaio 2009

Crimini d’amore

Non abete sempreverde nel diario del tramonto;
il desio si perde soffocato da programmi andati,
consumati, rimasti ipotesi.
Oggi non più fanciulla sbuchi dal nulla
per colmar lo spazio di tua veste bianca
quando stanca la fiammella ha consumato la sua cera,
affumicato le tue lagrime.
Sintesi di bugie le tue promesse,
nullità le tue lamentazioni,
diatesi di menzogna la tua freschezza
cancellata dagli anni.
Crimini d’amore le tue intenzioni dimesse,
senza premesse né radici,
senza linguaggio quel che dici,
nessun rimbalzo al tuo pensiero.
Tu non rendesti omaggio alla mia giovinezza,
ne cogliesti soltanto il calore e sparisti;
non plaudisti al verso che t’offrivo,
guardavi altrove, quasi schernisti.
Sbocciarono i fiori che curavo
e profumarono per un’altra.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento