username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Ugo Mastrogiovanni

in archivio dal 26 ago 2006

12 marzo 1936, Orria (SA)

mi descrivo così:
Mi diletto a scrivere poesie da quando ero al liceo. Dopo la laurea, la mia vena poetica è stata bloccata dal lavoro. Ora che sono a riposo... spero nei lunghi periodi di riflessione e nipoti permettendo per recuperare i giorni perduti.

11 luglio 2012 alle ore 18:24

Tornerò a trovarti

Or son degli anni e ti rivedo ancora
sulla sabbia vivida che fuma.
L’ulivo bigio nella chioma,
il casolar diruto, la ritorta spiaggia,
gl’infiniti sassi variopinti e la fremente spuma.
Solitario venivo a rimirarti
ed ascoltai sovente singhiozzar l’acque e sfasciarsi,
a lungo ruggir, sfrenarsi l’onde.
Udii tuoni rombar, sbiancare lampi;
gabbiani vidi tuffar, pesci guizzare.
A volte di lassù tra i rami
mi sentivi dire dall’ulivo le odi eterne.
Io tornerò di nuovo a ritrovarti
perché,
tra l’umido echeggiar delle tue brezze
respiro tenerezze semplici,
intimità perdute,
speranze ritrovate e dolci inviti a sognare.
(1960)

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento