username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Valeria Ferraioli

in archivio dal 06 gen 2019

Nocera Inferiore

06 gennaio alle ore 15:33

Il cunto della bavosa invidia

Il racconto

Ardita fu Lumaca nel rivolgersi al creatore quando s'accorse che tra tutti gli invertebrati a lei toccò quello peggiore.
"Ma che m'hai dato? Un solo muscolo per strisciare e nella polvere son costretta a mangiare?"
Le antennine in su e l'aria da spavalda quando passò di lì la splendida Farfalla.
"Ma guarda guarda" pensò la viscidosa "a me la bava e a lei la rosa?"
Altro che erbacce, fango e cicoria, a tre metri da terra era tutta un'altra storia. Per lei fiori d'ogni sorta di colore, e battiti d'ali e battiti d'amore, godeva dell'aria, del sole della brezza... per Farfalla tutto era frizzante leggerezza.
Su Lumaca pure l'attenzione si ritraeva con qualche mala esclamazione e se la distrazione le veniva donata, schiacch! Si ritrovava schiacciata. Ma per Farfalla, occhi di cerbiatto, uomo, bambino per la sua meraviglia fermavano il cammino.
"Maledetta!" covava Lumaca "adesso me la faccio amica, le strapperò le ali, la rendo una formica".
Con pazienza e fermento ordì il suo travestimento. Si raccontava arguto serpentello, la sua debolezza venduta come astuzia, la sua malevolenza venduta come senso di protezione. Ma Farfalla che di bello aveva anche il senno non era lontana dalla comprensione e le regalava compassione.
"Se non riesce a superare la sua condizione, si finga pure gatto, topo, procione" pensava Farfalla tra l'uno e l'altro fiore. Chi di serpente vuole abbigliare un vero serpente finisce per incontrare, e con veleno serio e di alta qualità questi spedì la viscidona dritta all'aldilà.
In un nevoso giorno di gennaio il verme viscido si ritrovò dal buon burattinaio "Tu m' hai fatto brutta, viscida e bavosa, sei stato tu a causarmi la condizione d' invidiosa!"
"Mio caro vermicello cosa credi stia qui a fare, a mettermi a dar forma all'uno e all'altro tale? Io vi mando tutti al mondo sgombri di fattezze, profili congeniali agli istiniti più bestiali, ma in chi dimora il cielo spuntano le ali".

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento