username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Valerio Tambone

in archivio dal 13 feb 2014

16 dicembre 1977, Grottaglie (TA)

mi descrivo così:
contadino dell'arte

14 febbraio 2014 alle ore 18:20

La stanza dell'Apocalisse

La porta si chiude al mondo
i circoli della mente spiralizzano 
l'uno contro l'altro
proiettili nell'acqua
colpiranno la sabbia
ma non faranno piu' male.
Scie di morte rotonde ma dirette
buio nel cielo
calma nell'acqua
vuoto nella stanza
pesante etere cubica
trafitta fino in basso
fino alla mancanza d'aria
dove tutto si spegne
in tenere scintille
un guizzo
un tintinnio di fine.
Finiva così.
Una stanza in silenzio
un'aria irrespirabile
come un uomo appena nato
in una camera iperbarica.
Chiede aiuto per espugnar le mura
prigioniero egli stesso
del suo rifugio dalla paura.
 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento