username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Valerio Tambone

in archivio dal 13 feb 2014

16 dicembre 1977, Grottaglie (TA)

mi descrivo così:
contadino dell'arte

13 febbraio 2014 alle ore 22:17

Le mie castagne

Solo un grido puo' far polvere

quel che tu mi hai rigettato,

ti riempi la mano

le stringi godendo

molto hanno di speciale:

il fatto d'esser chiuse

in uno scrigno che fa male.

Sarà misero, è il mio amore

ma se Natura lo protegge

vuol dir che misero è solo per te

Mangio spine,

mangia spine

non vederne il cuore dentro.

Se avrai fame

non ci saro'

castagne e spine non son speciali

ma tonde e lisce come un cuore

che hai inforcato senza eguali

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento