username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Virginia Woolf

in archivio dal 12 mar 2002

25 gennaio 1882, Londra - Inghilterra

28 marzo 1941, Rodmell - Inghilterra

segni particolari:
Depressa. Sono morta suicida, annegata nel fiume Ouse.

mi descrivo così:
Sperimentatrice e "madre adottiva" dello stream of conosciousness (flusso di coscienza).

27 gennaio 2011 alle ore 18:16

Le onde

di Virginia Woolf

editore: Einaudi

pagine: 224

prezzo: 8,25 €

Acquista `Le onde`!Acquista!

In questo romanzo, Virginia Woolf già dal titolo sottolinea alcune impermanenze della vita umana: la continuità del discontinuo (proprio come il flusso e il riflusso delle onde del mare), il conflitto tra tempo e durata, l'eterno fluire della realtà con i processi di nascita e morte dell'esistenza.
La scrittrice rifiuta una caratterizzazione dei personaggi in senso tradizionale e la sua concezione della vita appare in tutta la sua chiarezza.
Concentrandosi sul monologo interiore dei personaggi, la scrittrice riesce a mostrarci l'esperienza del vivere umano: la realtà che si apre agli occhi del lettore riguarda la presa di coscienza della solitudine e l'assorbimento passivo dell'esperienza piuttosto che il suo risolversi in azione.
L'interesse, quindi, non sembra più concentrato sul problema del tempo: i sei personaggi che compongono la trama sono liberi dalle illusioni temporali: stanno al di là di esso e, contemporaneamente, si specchiano in esso incarnando un qualcosa di spirituale che è immune dall'inganno della realtà mutevole.
I sei personaggi sono fusi tra loro in un turbinio di emozioni ed esperienze e rivelano la struttura di fondo della personalità umana: la capacità di provare gioie e dolori, il timore della vita (che è uguale a quello della morte), l'essere schiavi delle ns coscienze.
 

recensione di Francesca Arangio

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento