username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Virna Pavignani

in archivio dal 11 dic 2007

19 ottobre 1978, Bologna

11 dicembre 2007

Il mare

Distese di suoni che infrangono il vento
le lacrime immense, profonde, abissali
si specchiano in te com'è il firmamento
creando un deserto di acque e di sali.


Tra il cielo e le stelle speziate d'estate
respiri di onde che infrangono il mare
riflessi di luna che sembrano fate
che accendon candele al lor focolare.


Fluiscon le onde nell'alta marea
che scioglie le pene portandole via
e sento in quel luogo la mia panacea
distoglie le pene portandole via.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento