username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Vittoria Carrassi

in archivio dal 17 mag 2012

03 aprile 1966, Brindisi - Italia

mi descrivo così:
I  miei scritti,  parlano di me ...lascio agli altri il giudizio...

13 luglio 2012 alle ore 11:06

Filo spinato

I malati sono passeri seduti su un filo spinato
vorrebbero volare per tornare al nido
e lo desiderano ardentemente.
Il materasso brucia sotto le deboli membra
lo spirito è forte e canta come un'allodola
aggrappati con tutte le forze al filo della speranza
aspettano la sentenza di un foglio di dimissioni.
Mai fu tanto gradita una tale notizia
funesta in altre occasioni sociali...
tornare a casa tra le tue cose
i soliti profumi li senti diversi
gli stessi sapori col gusto più intenso
identici i colori, ma accesi dal tempo trascorso lontani.
Meravigliosa la sensazione provata dalle mani
toccano leggere ciò che appartiene da sempre
gli oggetti anche quelli di carta appaiono preziosi
si guarda con occhi più acuti
tutto quello che si poteva lasciare
così torna la voglia di ricominciare.

( Da: ho legato un biglietto a un palloncino di Vittoria Carrassi)

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento