username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Vittoria D'Incecco

in archivio dal 27 gen 2011

17 novembre 1966, Pescara

14 agosto 2012 alle ore 19:45

Demone

L'idea di te resta appiccicata addosso come una veste sulla pelle umida...
L'idea di te,demone del mio privato inferno,è nera come nera è la notte,come nero è il rifugio che cerco in te, come nere sono le mie emozioni.
La voglia di te,demone del mio privato inferno è immutata come immutata è la freddezza della tua anima e come immutata resta la mia passione per te.
Il sapore di te,demone del mio privato inferno è il sapore del peccato, il dolce sapore del piacere,il proibito sapore del mio averti.
E il tuo colore...oh si, il tuo colore , demone del mio privato inferno è rosso come rossa è la mia anima avvolta dal ricordo di te, come rosse danzano dentro di me tentazioni,sensazioni, emozioni.
E tu demone del mio privato inferno...tu sei apparso un attimo e in un attimo sei andato via...
e la mia anima è vuota e gelida senza più il pensiero di te, ma tu non lo saprai mai perchè avrò altri angeli caduti ai miei piedi, altri angeli caduti nel mio privato inferno!!

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento