username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Viviana Noce

in archivio dal 11 giu 2011

29 febbraio 1972, Nuoro

mi descrivo così:
La poesia è il sentiero per scoprirmi.

11 giugno 2011 alle ore 19:09

Passi

A cento metri da terra.
come se le tue mani disegnassero
circoli dorati attorno ai miei fianchi.
Stringo ancora il silenzio
per non farlo atterrare.
Perché le nuvole non diventino panna,
perché la luce non sfumi nei contorni del nero.
Viaggio,
dalla tua barba incolta ai miei capelli arruffati,
mentre le mani ridono sulle parole assonnate,
sulle dita che corrono sul tuo respiro di solletico.
Respiro i tuoi circoli di fumo
e rido dei miei colpi di tosse.
Vedo,
sole le ombre,
del tuo amore senza contorni,
robusto come le tue braccia,
lieve come le parole.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento