username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Yurj Buzzi

in archivio dal 26 mag 2011

26 settembre 1978, Vigevano (PV) - Italia

mi descrivo così:
...indomato appartengo al limite dell'umana incompiutezza, fragile certezza nel desiderare sempre un'ignobile altezza...!!

26 maggio 2011 alle ore 15:06

Bisogno

Ho un immediato bisogno
di perdermi nei tuoi sguardi,
angoscia improvvisa di non vederti più.
Ansia insensata
o vita colpevole,
che sceglie cammini troppo distanti!?
Ho voglia di un abbraccio
come sai avvolgermi tu,
non toccandomi
presente.
Mi stringe il vuoto.
Vorrei partire,
per quei viaggi improvvisi,
fuggire da te
che sei la mia tana,
la mia trappola.
Scappare da questo dolore insistente,
da questi pasti consumati in attesa.
Sgattaiolare abile,
da questa statica svolta di vita.
Io fuggo,
fautore dei cambiementi
non delle rese,
della libertà
non dell'abbandono,
degli attimi vissuti intensamente;
in questi così convulsi
mi perdo
e arrendevole
vengo da te madre.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento