username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Il libro del momento
libro 'Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve' di Jonas Jonasson
Alan compirà cent'anni oggi e la casa di riposo, presso cui è ormai ospite da tanto tempo, ha deciso di organizzare una gran bella festa. Per l’occasione è stato invitato il sindaco e anche qualche giornalista locale. Alan, però, non ha proprio voglia di festeggiare e allora decide di scappare! Salta dalla finestra e “scompare”. Ora rimane solo da decidere dove andare e pertanto l’arzillo vecchietto si reca alla stazione degli autobus in pantofole e con un po’ di soldini in tasca. Decisa la meta a caso, si ritrova davanti un giovane, che gli chiede di tenere d’occhio la sua valigia mentre lui deve fare un bisognino. Arrivato l’autobus, Alan non vede tornare il giovane ...
[...continua]

    In home page ogni giorno pubblichiamo un racconto e una poesia dei nostri autori migliori. Iscriviti subito e fatti leggere da migliaia di persone!

    Racconto

    Russia 1989

    Intro: Questa Russia non c'è più
    Come comincia: Non si può, durante un viaggio in Russia, non imbattersi in una riflessione sul sacro. L’oro delle cupole si accende di bagliori sullo scenario azzurro del cielo e sembra accompagnarti in ogni panorama. E’ un oro quasi dimenticato, proibito. Un oro sotterrato da un’ideologia c ...
    [...continua]
      Poesia

      Troppo piena e troppo vuota

      Troppo piena per poterla chiudere
      troppo vuota per non volerla riempire,
      basterebbero vesti senz'anima forse
      mai indossate, mai sfilate 
      forse mai neanche vesti

      In questo viaggio 
      la valigia è questa mia cara me!

      Troppo piena e troppo vuota
      ma non v'è morale che m'importi di afferrare
      e benché i conti tornino tutti
      io invece no, neppure vaga

      Voltarmi indietro per riacciuffarmi
      sarebbe un torcicollo
      quindi procederò a folle in pianura 
      senza risparmiarmi: 
      via crucis tra un me ne frego
      e un colpo della strega

      ma dopo però, adesso riposo 
      in piedi come un cavallo
      dentro un cerchio assolato
      poco più in carne di me
      tanto che se uno starnuto 
      giungesse improvviso
      perderei l'equilibrio 
      e la lingua s'incollerebbe
      al ghiaccio circostante

      Ghiaccio e taccio
      ghiaccio color di vetro
      attraverso cui osservare
      riferimenti impliciti
      e se per ipotesi vedessi piovere
      sarebbero lacrime, quelle lacrime

      e se si alzasse il vento
      sentirei una porta, quella porta
      sbattuta in faccia all'amore

      Se infine alitassi al cielo 
      esso parrebbe specchio
      quello specchio che non rifletteva
      e perché, ancora non l'ho capito. 
      [...continua]
        Benvenuti

        Aphorism è on line dal 2001.
        Propone ai visitatori testi di nomi famosi e di autori non ancora conosciuti al grande pubblico.
        Raccolti nell'ormai celebre Scuderia di talenti letterari, gli scrittori di Aphorism sono sempre più ricercati in Rete.
        Registrati ora e crea la tua pagina!

        Nuovi autori
        Nuovi racconti
        Nuovi libri
        Nuovi commenti