username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Il libro del momento
libro 'Febbre romana e altri racconti' di Edith Wharton
Si tratta di un libro di racconti pubblicato nel 1934, quando ormai l'autrice, che proveniva da una antica e facoltosa famiglia di New York, si era già fatta conoscere al grande pubblico. Straordinario il racconto d'apertura, Febbre romana, in cui due donne ormai mature accompagnano in vacanza a Roma le rispettive figlie. Mentre il pomeriggio trascolora nella sera, i sentimenti di rabbia, invidia, rancore vengono a poco a poco a galla, tornano i ricordi e si svelano segreti che con un capovolgimento finale, come uno scorpione, pungeranno laddove ci si sentiva praticamente invulnerabili. Perfido il secondo racconto, con la descrizione di queste signore dell'alta borghesia che si riuniscono in un loro piccolo circolo culturale, ...
[...continua]

    In home page ogni giorno pubblichiamo un racconto e una poesia dei nostri autori migliori. Iscriviti subito e fatti leggere da migliaia di persone!

    Racconto

    Rea Silvia

    Intro:  Queste piccole interviste mi furono chieste per la rubrica “Gli eterni volti di Roma” che appariva sul web magazine “Il Legionario”, un giornale che parlava della Roma del calcio e, pertanto, alcune scherzose riflessioni sono riferite a questa Roma
    Come comincia: (VIII secolo a.C.) Osservo il Tevere, il nostro biondo Tevere che scorre placido verso il mare, tagliando in due la nostra amata Roma e mi domando per quale motivo viene appellato biondo. A guardarlo ora, sembra solo un ammasso di acqua marrone dove, ahimè, sguazzano pantecane da dieci chili l ...
    [...continua]
      Poesia

      La carcassa

      Come non senti?
      Non senti nella stanza accanto?
      Ride.
      Non ti sei accorto dei buchi in giardino?
      Che le piante stanno morendo?
      Prova a guardarti il dorso delle mani
      Tremano.
      Nel silenzio della tua solitudine
      Non ti accorgi delle ragnatele sui muri?
      Non li vedi i vermi sotto il letto?
      Sei la mia carcassa
      La mia parte errata
      Sei tu l'errore al quale devo rimediare
      Sei tu il mio debito con Dio
      Cosa ho fatto?
      Come ho potuto?
      La natura.
      Cosa mi hai lasciato?
      Ti guardo,ti studio da anni.
      Sei la mia parte malata,debole.
      E' tutto chiaro ora.
      Sono qui per lavare le tue colpe
      Per farti capire cosa vuol dire perdere
      [...continua]
      autore: Yury Pastore
        Benvenuti

        Aphorism è on line dal 2001.
        Propone ai visitatori testi di nomi famosi e di autori non ancora conosciuti al grande pubblico.
        Raccolti nell'ormai celebre Scuderia di talenti letterari, gli scrittori di Aphorism sono sempre più ricercati in Rete.
        Registrati ora e crea la tua pagina!

        Nuovi autori
        Nuovi racconti
        Nuovi commenti