username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Filtri di ricerca
  • La poesia contiene la parola
  • Nome autore

Poesie

“Uno sguardo vergine sulla realtà: ecco ciò ch'io chiamo poesia”
Edoardo Sanguineti


Le poesie dei nostri autori sono tutte raccolte qui.
Se vuoi inserire le tue poesie in una pagina a te riservata, iscriviti ora e scopri come fare!

elementi per pagina
  • Malinconici e nostalgici momenti

    a ricordare il tempo in cui
    la vita era più dura

    tra flussi accidentati della coscienza
    e viaggi nei sentieri delle sofferenze

    pietre che schiacciano l'anima 
    capaci di intaccare la sua purezza

    e brindare nelle taverne
    dove si ubriaca il dolore

    e là abbandonarmi ai capricci della mente
     
    Adesso mi restano solo i versi
    a raccontare il mio Essere

    e in essi

    godere della voce cristallina della speranza
     
    tra miraggi al sapore di fiele
    e notti insonni
    nel desiderio di riportare in vita i giorni.
    .
    cesaremoceo(c)

  • Ieri alle 18:38
    Io Esisto

     
     
     
    Io esisto
    Perché sono nato
     
    Io vivo
    Per chi vuole ricordarmi
     
    Io morirò
    Per chi non mi vuole vivo
     
    Ma…
     
    Non saprà farlo
    Non potrà farlo.
     
    Io esisto.
     

  • Ieri alle 17:01
    l'innocenza dell'acqua

    l’innocenza dell’acqua 
    fino a quando non hai imparato a rimanere a galla 
    e poi a riconoscere la corrente favorevole
    e ancora fino a quando non hai imparato a nuotare 
    verso una riva sicura in questi mari di periferia in burrasca, 
    fino ad allora non accusare, non denigrare non criticare l’acqua a cui appartieni

    e anche quando sarai arrivato sull'altra sponda, al tuo presunto approdo, non farlo nemmeno allora perchè
    l’acqua che ti circonda lo fa per sua natura e non può far altro, 
    la ragione per cui tu ci sei finito dentro a quell'acqua fino al collo è un insondabile mistero per quanto ne sappiamo noi naufraghi come siamo sotto questo cielo
     sotto questo sole di periferia

    ma, il compito di arrivare dall’altra parte 
    da una qualsiasi parte 
    e una volta arrivato, il compito di accendere un fuoco per riscaldarti insieme ai tuoi buoni compagni di traversata
     è sempre e soltanto tuo 

    e così sia
    presso questi sperduti mari di periferia 

    Marco Bo
    http://cantidallaperiferiadelmondo.blogspot.it/2014/10/linnocenza-dellacqua.html

  • Ieri alle 16:58
    Polvere Di Sole

    Lamenti
    Oscuri
     
    Speranze
    Mute
     
    Frammenti
    Di esistenza
     
    Soffocati
    Da incertezza
     
    Nel patema
    Di un mare
     
    Agitato
    E calmo
     
    Anelli
    Di vita oscura
     
    Usurati
    Da raggi opachi
     
    E
    Da un sole
     
    Stanco
    Dell'autunno.
     

  • Ieri alle 16:11
    Glitter

    Fammi vibrare, pensare,
    fammi capire, intuire,
    ogni volta che ti avvicini,
    ogni volta che cerchi di sfiorarmi,
    ogni volta che cerchi il mio sguardo.
    La tua voglia di stare insieme,
    il tuo desiderio di cercarmi,
    la tua testardaggine nel volermi,
    sempre e comunque.
    Se ci sarà vita migliore e giusta,
    rinasceremo e ci rincontreremo,
    bimbo, amico, padre, cacciatore, amante.
    Tra serenità e spensieratezza,
    sarai il soffio del vento,
    sarai la spuma del mare,
    sarai il fiocco di neve,
    sarai il sole del meriggio,
    sempre e ovunque.
    Il malinconico pensiero del capello sul cuscino,
    dolcemente ricorderà che ci sei stata,
    che sei stata parte della mia vita,
    come una scheggia di luce brillante.
    Lascerai un solco nel mio campo,
    sarà la culla di un nuovo fiore,
    bagnato dalla rugiada dei tuoi occhi,
    la tua anima sarà libera di sorridere,
    sempre e comunque,
    sempre e ovunque.
     

  • Ieri alle 11:59
    Il valzer dell'alzheimer

    A mio padre
    che c'ha dentro la poesia,
    a mia madre
    che la colpa non è più sua.

    Sputo fuori dalla finestra
    perché uno sputo è quello che mi resta.
    Lui sorride
    e su un bastone si sorregge
    da una vita piena
    di schegge, di spasmi
    e di aggressioni.

    Ora contan solo poche cose:
    la vecchiaia e il suo imbuto,
    stringi, e resta solo il vuoto.
    Un vuoto pieno di figli, di rimpianti dimessi
    e di favolosi
    fili sconnessi.

  • Ieri alle 10:02
    Ricami Dorati

     
    Ho smesso di respirare
    Nel tempo e nello spazio
    E soffocare nel tuo alito
     
    L'odore della nebbia
    Avvolge amori muti
    Dentro notti ribelli
     
    Era il tempo della gioia
    Ed il sole è volato oltre
    Fra ventate  nuvolose
     
    E dopo intrepide attese
    La luminosità delle stelle
    Ben venga in nuovi sogni

    Nel nostro nuovo tempo
    Così potremo ricamare
    Dipinti colorati di seta.
     

  • Ieri alle 10:01
    Poe...Sia

     
     
    Emozioni
    Sensazioni
    Tenerezza
    Realtà
    Irrealtà
    Purezza
    Felicità
    Trasparenza
    Sinfonia
    Percorsi
    Beltà
    Volontà
    Magia
    Mistero
    Fede
    Sogni
    Stati d'animo
    Ci siete tutti
    Vi amo.

    E' poesia!
     

  • venerdì alle ore 1:20

    La vita spesso ti porta a dire: “Voglio farla finita”...Eh si...! Voglio farla finita di perdere tempo, di negarmi attimi di felicità e tempo per chi merita. Voglio farla finita di ascoltare inutili piaghe di menti frustrate... Voglio farla finita di giustificare alcuni atteggiamenti. Chi mi odia tanto non mi merita. Chi mi manca di rispetto non merita il mio. Chi non sa ascoltare non merita di essere ascoltato e tanto meno capito. Voglio farla finita di privarmi di tutte quelle cose che sono condizionate da terzi... per cominciare ad occuparmi di me e di chi veramente merita.

  • giovedì alle ore 23:53
    il sole si alzerà ancora

    oggi il sole si alzerà 
    il nuovo giorno si presenterà al tuo incontro ancora
    e allora non dubitare, non aspettare
    vestiti di speranza 
    e vola via

    Marco Bo
    http://cantidallaperiferiadelmondo.blogspot.it/2014/10/il-sole-si-alzera-ancora.html

  • giovedì alle ore 22:43
    Senza paura

    Senza paura leggero è il domani, è il presente che tutto ha dato
    mai più pesantezza del cuore, né più rammarico antico
    solo coscienza, d’aver reso l’intramontabile, d’aver mandato all’ eterno ogni singolo istante.
    La mente ricuce, rammenda, in lisi drappi l’apparente disfatta
    ma il falco è già in volo, lasciatosi in terra ha il gravame delle sue antiche più catene, spezzate.
    e vola via, alto, su pei cieli della fierezza, mite ad ogni facile abbaglio, sordo ad ogni malevol capriccio
     canto, un canto solare, seppur venato d’umana melanconia.

     

  • giovedì alle ore 21:25
    Lui,Lei,l'Altra

    AAA
    Amare amari amori

    Con la coscienza morale

    a camminare sotto braccio 
    con lussuriose idee di libertà

    colori la tua vita

    rovesciando barriere
    e bramando amplessi

    nella responsabilità del tuo destino

    E sull'onda di questi pensieri

    deciso a dare fondo
    alla tua natura

    rimani pervaso da perverse ebbezze giovanili

    barlumi di desideri
    a spazzare rabbia e mortificazioni

    nella volontà di capire
    cosa potrai farne ancora di Te 

    e non far sentire la Tua interiorità 
    un continente inesplorato
    .
    cesaremoceo(c)

  • giovedì alle ore 10:08
    Quasi Una Favola

     
     
     
    Aria
    Che vibra
    Nell'amore
    E nel gioco
    Delle favole.
    Attesa
    Speranza
    Nel cuore
    Fate
    Favole
    Sogno
    E
    Sogni
    In una vita
    Da ricordare.
    Inebriarsi
    Tra la fantasia
    Di una favola
    E nella realtà.
    In me
    Vive la cometa
    Che mi guida
    Nel cammino
    Dai molti sapori
    E dai tanti colori
    Con gioie infinite
    Sognate
    Realizzate
    Sempre
    Per magia Divina.
     
     

  • mercoledì alle ore 23:38
    Quante parole

    Quante parole
    per non dir niente
    nel sentirci vivi
    in una casa sotterrata
    a due metri dal cuore
    che non vede e non sente
    nulla, separando anime
    sole senza poter vedere
    le stelle e adagiandosi
    su morbidi cuscini, i nostri
    salvatori vicini
    Quante vite dubitano
    di resistere a bufere di neve
    dove segni donare alla cenere
    dissolta al vento

  • mercoledì alle ore 21:31
    Isola di Lanzarote

    Millenario vulcano
    luoghi bellissimi
    giorni stupendi
    breve tempo.
     

  • mercoledì alle ore 20:08
    Portare un bacio alla tua bocca

    Portare un bacio
    alla tua bocca
    è il solo modo
    per dare un senso a quell'attesa
    che scorre
    tra gli interminabili accenni
    di tempo sfumato
    tra un tuo respiro e l'altro.

    Portare un bacio
    alla tua bocca
    è uno spartito di dita congiunte
    come note accordate di suoni
    in leggerezza di mani
    e scie di rintocchi
    tra chiese genuflesse
    e altari pagani.

    Portare un bacio
    alla tua bocca
    è forzare l'audacia dei sogni
    nell'armonia di veli divelti
    e corpi discinti
    su tele proibite
    a ridare fiato alle casse
    dopo gli amen rubati agli amplessi.

    Portare un bacio
    alla tua bocca
    è una foglia che sa di rugiada
    mentre d'estasi l'aria trema
    sul limitare di labbra
    e la notte cala
    nella radura di gemiti
    che si sussurrano amore.

  • mercoledì alle ore 11:39
    Così nasce un amore

    Così nasce un amore,
    senza un perchè
    Un tramutarsi del buio
    nel chiarore dell'alba
    Un vibrare di luce
    che invade la mente
    Un sussulto dell' anima
    che esprime stupore.
    Così nasce l' amore,
    quando ti senti tremare
    perché lei c'è.
    Quando sei inquieto
    per la sua assenza
    E la cerchi in ogni viso
    e l' incontri in ogni luogo.
    Così nasce l'amore,
    quando ritrovi in te stesso
    le virtù che s' erano assopite
    Riscopri la vita
    e il piacere di viverla.
    E ti trovi a danzare con lei
    sotto la pioggia battente...
    Così vuole l' amore!

  • martedì alle ore 22:43

    A volte ci arrabbiamo perché le cose non vanno come noi vorremmo. Ci angosciamo e ci arrabbiamo perché le persone giudicano, senza sapere cosa noi ci portiamo dentro. Posso dirvi che non serve, non serve odiare chi ci odia, non serve arrabbiarci con un "Destino" che sembra essersi dimenticato di noi. Concentratevi su quello che dentro di voi è rimasto saldo, anche se è poco sarà quel poco a portarvi dove volete arrivare. Non odiate nemmeno se siete odiati. Non rimpiangete mai di aver lasciato dietro qualcuno che non si è accorto di voi nemmeno quando gli eravate vicino. Non sottovalutate mai i gesti, le parole e le offese non sta a voi perdonare. Perdonate solo voi stessi per aver scelto le persone sbagliate a cui dedicare del tempo, ma dimenticatevi del male ricevuto e con il sorriso proseguite. Questo fa di voi persone fiere, con la coscienza pulita e meritevoli di quel premio che la vita vi fa attendere, ma che prima o poi vi regalerà. Abbiate fiducia in voi stessi, e invece che piangere e dire:"Non me lo meritavo"! Cominciate a sorridere e camminare fiduciosi ... Perchè prima o poi potrete dire:"Ce l'ho fatta perché me lo merito"!

  • martedì alle ore 21:29
    Il piacere di appartenerci

    In balia delle albe e dei tramonti

    godere di gioiose passeggiate
    tra i viottoli dell'anima

    a ossigenarsi di emozioni e sentimenti
    nel piacere di staccarsi dalla quotidianità 

    E ritrovarsi come per incanto
    nell'immenso parco dei sogni

    con attorno i pensieri di ogni età
     
    fiori di piante secolari
    di foreste lussureggianti

    dentro le quali vivere in modo estremo

    alla ricerca della pace dell'onestà
    e della coerenza 

    e consumare gli addii
    in attesa delle irreparabili separazioni
    .
    cesaremoceo(c)

  • martedì alle ore 20:28
    Armageddon

    Fulmini nella notte,
    calano sulla terra
    come cavalieri
    calano sulle falangi.
    Squarci nella notte,
    corrono rapidi agli occhi,
    come il terrore corre
    rapido all’ anima dei militi.
    Cade la grandine nel vento ululante,
    tempestando impietosamente le messi,
    come lontani arcieri infallibili
    tempestano i fanti inermi.
    Fiamme, bruciano via
    le speranze e le masse,
    le anime si preparano
    per un giudizio inesorabile.
    Sette eserciti avanzano,
    cercando salvezza,
    sette spade comandano,
    cercando gloria.
    Quante spade si spezzeranno,
    come le vite dei soldati,
    prima di accorgersi che lotta
    è inutile senza fede.

  • martedì alle ore 20:27
    Punto di rugiada

    Rimango sdraiato,
    qui nel mio angolo,
    estasiato nel senso
    che ho superato.
    La pressione aumenta,
    il sangue coagula,
    talvolta lento, talvolta veloce,
    dentro il mio cuore.
    Il tempo che passa,
    in un reale onirico,
    la cui voce è melodia,
    che non puoi sentire.
    La pressione aumenta,
    è il punto di rugiada,
    ove l’aria si liquefa
    rendendo perfetto
    tutto l’intorno.
    Il punto di rugiada
    è stato raggiunto,
    l'aria scompare
    e tutto l’intorno
    è pronto a morire…..
    [o forse siam già morti
    senza essercene accorti!!!]

  • martedì alle ore 17:08

    Lo sai cosa è la serenità? La serenità è una calma interiore, una lucidità mentale e una forte base di autostima. la serenità è un insieme di fattori grandissimi ma semplici che grazie alla personalità ti differenziano dagli altri. Un sorriso nasce dalla serenità e la serenità nasce dentro di te quando impari a scegliere l'importanza di alcune cose e a capire l'inutilità di altre. Sono così semplici le cose che rendono serene le persone che forse chi vive di superficialità non le conosce perché sono persone prese da altre cose frivole e fatte di apparenza. Non troverai mai la serenità se vivi di rabbia e invidia.. Cavolo quanto è bello invece sbattersene le palle di ciò che dice la gente che non fa parte della tua vita e sentirsi invincibile perché hai vicino le persone giuste... Perché non hai tempo di odiare e insultare chi non vale un cazzo, ma dedichi il tuo tempo ad amare chi ti merita.

  • martedì alle ore 9:34
    Una brava persona

    Di giorno sola sola con la notte, prodiga di sorrisi quando la mediocre ombra si tinge di realtà. Lenta naviga attraverso specchi scarabocchiati sui muri issando uno sguardo di insano orgoglio. Impazzisce di gioia insegnando alla solitudine, brinda a una sorte timidamente in attesa. Curiosa vaga fra i ricordi del giorno che verrà inventando primavere per non cedere alle lusinghe della malinconia.

  • lunedì alle ore 21:07
    Anima...rumorosa

    Nell'intermittenza tra luci e oscurità

    mi ritrovo spesso a soccombere
    in fondo alla coscienza

    senza alcuna possibilità di redenzione
    nella guerra continua tra i timori e le volontà

    Là rianimarmi al profumo dei miei passi

    confessando agli spazi di questi anni

    ascendenze di anime Boscaiole rumorose
    a farcire i giorni annichiliti dalla monotonia

    e supportare progetti di benignità

    passioni a scandire attese e speranze

    E esibire la mia fecondità
    tra delusioni e premiazioni

    vivaci riverberi
    a confermare il mio destino
    .
    cesaremoceo

  • lunedì alle ore 18:18

    Eravamo distanti anni luce... Sfiduciati dalle delusioni e da ciò che ormai attorno a noi sembrava essere ciò che il mondo potesse offrirci. Lontani, inconsapevoli che invece incontrarsi avrebbe potuto smentire una convinzione ormai radicata nell'anima. Ci siamo sfiorati, senza nemmeno vederci... Parlati senza nemmeno dire una parola ... Amati senza nemmeno toccarci. Ci siamo resi giustizia, quella giustizia fatta di tutte quelle cose che meritavamo da tanto tempo. Ti ho aspettato sai? Solo Dio sa quanto io ti abbia aspettato: nel silenzio, tra le lacrime mi domandavo dove fossi... certa che in qualsiasi posto tu ti trovassi era verso me che camminavi, era verso me che la vita ti stava portando. Ti ho amato da subito, ti ho capito subito fin dal primo abbraccio, ho detto subito "si" seguendo quella meravigliosa sensazione di essere finalmente "A casa"! Ogni attimo: dal più piccolo sguardo al momento più intenso che mi hai donato hai solo saputo confermare che anche dopo il buio più intenso si può tornare a riabbracciare la vita, il sole e la felicità. Ed è questa la sensazione che mi regali ogni volta che mi stringi, ogni volta che mescoli il tuo profumo al mio e ogni volta che nel silenzio mi guardi con quell'espressione strana di chi non sa nemmeno spiegare quello che prova. Non ci sono spiegazioni credimi, non ci sono motivi ne domande da farsi... C'è solo da viversi.