username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Andrea Camilleri

in archivio dal 12 feb 2007

06 settembre 1925, Porto Empedocle (Ag)

segni particolari:
Nel 2004 esce "La pazienza del ragno", a marzo 2005 esce "Privo di titolo", il 23 giugno 2005 esce "La luna di carta" che vede protagonista il Commissario Montalbano. Questi romanzi diventeranno una fortunata serie televisiva con protagonista Luca Zingaretti.

mi descrivo così:
Sono uno scrittore, autore televisivo e regista italiano.

05 marzo 2012 alle ore 11:46

Il diavolo, certamente

di Andrea Camilleri

editore: Mondadori

pagine: 170

prezzo: 8,50 €

Acquista `Il diavolo, certamente`!Acquista!

Quando il diavolo ci mette lo zampino c’è da tremare, e questo lo sanno più o meno tutti.
Ma se il diavolo, per giunta, è anche di sesso femminile, allora sì che sono assicurati i peggiori guai!
Il romanzo di Andrea Camilleri “Il diavolo, certamente” edito da Mondadori nella nuova collana Libellule è quella che si dice un’opera interessante nei contenuti e ben confezionata, secondo lo stile della casa, nella forma: una raccolta di snelli racconti attraverso i quali lo scrittore siciliano centra perfettamente l'obiettivo di indurre il lettore a riflettere su come sia mutevole e volubile la vita, e di come una serie di coincidenze possa, da un momento all’altro, mutare radicalmente e per sempre la propria storia personale.
Storie tutte cariche di tensione dall’inizio alla fine, nelle quali tutto (o quasi) ruota attorno alla personalità dell'essere umano, illuminata o accecata, a seconda dei casi, da una mano invisibile che molti chiamano destino, ma che altro non è se non la logica conseguenza dei propri comportamenti..
Storie di amanti, coppie che scoppiano, vittime e carnefici nati per stare insieme.
Così, pagina dopo pagina, come api frenetiche si sugge il nettare letterario che il papà di Montalbano dispensa a piene mani, servendosi della nostra stessa fantasia per renderlo ancora più appetibile e prelibato.
Adatto ad ogni tipo di lettore, anche a chi si avvicina con grande circospezione ai libri, o ai pigri che non riescono mai a leggere fino in fondo un romanzo, battezzandolo dopo qualche pagina “troppo impegnativo” o “troppo lungo”; nel manoscritto originale consegnato all'Editore da Camilleri, si legge nel risvolto di copertina, ciascuno dei 33 racconti aveva un numero di battute incredibilmente congruente, in tutto 3 pagine: 333, la metà di 666, il numero della Bestia.

recensione di Enza Iozzia

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento