username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Anna Giordano

in archivio dal 02 lug 2012

Capaccio (SA) - Italia

mi descrivo così:
Sono penna-dipendente, subisco volentieri trasfusioni d’emozioni in vena poetica, applico la terapia del racconto per sanare la febbre della scrittura, che si manifesta con attacchi notturni e diurni provocando un piacevole trasporto che colma ogni lacuna della mia anima.

02 luglio 2012 alle ore 18:39

Terremoto

Un attimo e luce non fu
le tenebre rimasero impaurite
e ancor più scura tinsero la notte.

Le grida scossero il sonno
dopo il boato
urlo della terra incollerita.

Ferite che squarciano l’esistenza
intorno macerie sparse…

La morte
si beffa della vita
che piange la sua sorte.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento