username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Cesare Moceo

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Cesare Moceo

  • 04 marzo alle ore 20:53
    L'aroma della libertà

    Rovisto tra fruscianti
    strati di ripensamenti

    passi indietro fatti in tempo
    nel tremore dell'impazienza

    con la volontà di far del bene
    e la certezza di raccogliere amore

    E avvicino la mente al mio presente
    esprimendo il coraggio d'un gambero

    nello scintillio ancora vergine
    dei miei pensieri

    piccole faville
    che attraversano il giorno e le sue ore

    e sussultano al suono
    della voce dell'anima

    scivolando nell'interiorità
    e sfregandone le passioni

    fino a far uscire rivoli
    di profumi d'onestà

    che solleticano le narici
    all'aroma fragrante della libertà

    E vivo la vita d'un uccellino
    che mangia a piccoli morsi

    quasi a riconoscere
    di non meritare quel nutrimento
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    copyright

     

  • 04 marzo alle ore 20:33
    La mia sorgente

    Vivo ogni attimo

    da una prospettiva diversa
    il mio talento

    testimone fragoroso del mio tempo

    Segnato da mille ferite spirituali

    resto a immaginare ogn'ora
    il mio futuro

    nell'ostinata convinzione
    di custodire ai posteri

    le parole che sgorgano
    dalla mia sorgente

    E mi auguro di farcela

    contro tutti e contro tutto

    anche quando mi sembra
    che questo tutto vada di traverso
    .
    Cesare Moceo
    Proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 03 marzo alle ore 21:22
    E corrugo la fronte

    Con l'odio che danza sulla retina

    m'accorgo dentro il mosaico dei pensieri

    della rabbia che mi divampa dentro

    tra frastagliate paure
    ondeggianti nell'incertezza del futuro

    col fumo del mio presente

    che tristemente sale
    attorcigliandosi nel cielo ricoperto di nuvole

    Sollevo gli occhi
    a catturare l'ultima luce d'ogni tramonto

    strizzando le palpebre

    ai tenui raggi del sole
    che sfuma nelle sere intrise di panico

    E penso d'evolvere la mente
    per superare queste debolezze

    e sfidare le passioni
    nelle situazioni che mettono a disagio la mia dignità

    strisciando nell'ipocrisia

    a disumanizzarmi rimettendoci l'anima

    E lascio per me
    l'ultimo verso d'ogni mia poesia
    .
    proprietà intellettuale riservata
    copyright

  • 03 marzo alle ore 20:36
    Etichette

    Freme la speranza
    nel battito d'ali d'una farfalla

    soffio tiepido
    d'un futuro verso nuove volontà

    Festeggio ogni di
    il mio moto perpetuo in questo vita

    senza mai attendere
    che la sorte mi venga incontro

    e mi rivelo per quello che sono

    nella vocazione di vivere
    con ciò che Dio mi ha dato

    spogliandomi d'ogni egoismo
    e vestendomi di lealtà

    nel rispetto senza illusioni

    della mia dignità
    e dell'integrità del mio Essere

    E cerco la chiave giusta

    per raccontare la mia intimità e le debolezze

    gridando forte al mondo
    l'amore per i miei cari
    .
    Cesare Moceo
    Proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • Nel mio buon senso
    e nel vuoto che in esso si nasconde

    ritrovo la capacità d'affascinarmi
    e di vedermi brillante

    nella mia sensualità quasi demoniaca

    metamorfosi galante dell'entusiasmo

    ombrosità e malinconie
    a far riemergere l'intelletto

    nell'immensa ricchezza
    delle ironiche bellezze

    di questa umanità feroce
    ambigua e dolente

    intrisa di corrosivo umorismo
    .
    cesaremoceo

  • 02 marzo alle ore 20:34
    Non smetto mai di pensarvi

    Strazianti cancelli di pensieri

    ai miei occhi

    evocano nei giorni

    atmosfere d'invisibilita' e d'ineffabilita'

    sottili fasci di luce
    intrecciati al sapere

    che regolano i miei passi
    nel cammino nella moralità

    con l'unica certezza che ho

    di qualcuno che dall'alto
    mi protegge al di la' di tutto

    Invoco la Sua grazia

    costretto tra i piaceri e i dolori di questo mondo

    che mi violenta dominandomi
    col falso amore che tracima nel mio vivere

    e intanto scrivo

    per cercare il significato della mia vita
    e darle un valore

    per avere e donare la mia visione
    di ciò che chiamiamo contemporaneità

    per non rimanere inchiodato alle utopie

    e per avvicinare l'arte al mio esistere

    E in tutto questo ho bisogno di voi...
    .
    Cesare Moceo

  • 01 marzo alle ore 21:07
    Oscure reminescenze ataviche

    Esiliato nella monotonia d'ogni giorno
    percorro strade vuote
    con nelle orecchie una musica imposta
    che mi obbliga a scoprire
    un'immagine poco lusinghiera di me
    Con il mio Essere a seguirmi
    come uno spettro dalla nascita
    guardo la vita con gli occhi del rifugiato
    testimoniando tutto ciò che faccio
    nella mia intimità d'uomo
    nei miei sogni infranti
    nelle ambizioni represse
    che mi pongono di fronte
    ai desideri e alle menzogne
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    copyright
     

  • 01 marzo alle ore 20:42
    Amori amari

    Istinti

    vissuti a indagare
    sull'identità delle passioni

    e sui segreti che aleggiano intorno ad esse

    vite clandestine
    che si trascinano su montagne di tormenti

    di dubbi

    tra sospetti del cuore e attentati ai sentimenti

    Appassionanti giorni
    d'incoscienza

    a reggere i ritmi implacabili
    della precisione degli incastri temporali

    fino a rimanerne travolti

    lasciando gli occhi velati d'iracondi pianti
    .
    Cesare Moceo
    Proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 28 febbraio alle ore 21:01
    Senza fiato

    Guardo questo mare e le sue onde
    nel loro andare a lasciarmi senza fiato
    con gli occhi di chi sa d'amarle
    e darmi intenso piacere
    nell'egoismo dolce di sentirmene padrone
    in questo mio vivere denso
    e gioiosamente calmo
    E di riflesso invoco i miei pensieri
    a chiedere d'attraversarmi e definirmi
    nella penombra di questo tramonto
    e nell'inquietitudine della mia natura
    E mi rallegro con me stesso
    per la mia storia d'uomo felice
    contrapposta ai drammi di un mondo
    che frantuma i sogni
    nelle tragedie d'ogni giorno
    e subito lezioni di sofferenza
    consumate tra i sentieri
    del patimento e dei tormenti
    nel sublime percorso della vita
    mi lanciano in attimi di tristezza
    sperduti nei momenti del mio passato
    a invadermi in un misto di ossessività
    che genera mutue dipendenze
    e intride di vergogna i sentimenti
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    copyright

     

  • Il mio nome scorre nel mio sangue

    eco di una vita dedicata a pene diverse

    momenti importanti
    nei quali ho vissuto dolcezze e amarezze

    dove

    aver fatto le mie scelte
    era diventato una folle battaglia interiore.

    E nella consapevolezza
    di ciò che la ragione adesso mi suggerisce

    tesso ancora il mio mosaico
    di sofferenze e godimenti

    divenuti logica meraviglia
    del mio esser fecondo

    porto sicuro nel quale approdare
    nei giorni tempestati dai tormenti

    rifugio segreto della mia stramba felicità
    . © ®
    Cesare Moceo

  • Nel bisogno di dar libero sfogo alle mie impazienze
    m'abbandono alla creatività

    con la speranza sopita
    che essa stessa possa divenire realtà

    Maniaco del "rosa" e del "bianco"

    azzardo qualche tocco "d'azzurro"

    nella fragranza genuina
    di non pensare mai a me stesso

    E costruisco nella mente
    grattacieli di pensieri

    nei cui prospetti insistono balconi
    adornati di sogni e d'armonie

    dove restano affacciati

    uomini donne e bambini vestiti di quei colori

    a combattere ogni giorno
    la loro battaglia per la vita

    E scrivo queste parole
    senza alcuna pretesa politica

    raccontando a me e a voi

    tragedie che riguardano solo il nostro dovere morale
    .
    Cesare Moceo
    Proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 26 febbraio alle ore 21:07
    Alzheimer

    Scorro insofferente il mio dire
    sulle linee tratteggiate della vita

    incontrandomi spesso
    con gente che piange il suo soffrire

    malinconie esistenziali

    abissi tenuti all'ombra della tristezza

    a sorprendere l'interiorità inerme

    Persone abbandonate dall'intelletto
    fisse a rinnovare nell'anima

    la speranza d'un qualche ritorno in sè

    E hanno negli occhi riflessi di pensieri

    saldamente legati a paletti
    infilzati nell'oblìo dell'anonimato

    che s'insinuano sinistramente
    nello squallore del loro tramonto nebbioso

    a lasciar trasparire
    i segni dell'umana pietà

    e la dignità di purificarne la memoria
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    copyright
     

  • Persuaso nei miei discorsi di belle parole

    scherzo con me stesso

    sul tempo ormai abbastanza lungo
    che ho passato prigioniero di me

    nell'innocenza dei miei sentimenti

    con la sola colpa
    di non averla potuto dimostrare

    E ritorna indelebile nella mente
    il pensiero atroce di qualcuno

    dirimpettaio del Paradiso

    che ha voluto calunniare la mia anima

    fino a farla rinchiudere in questa vita
    assieme alle mie passioni

    e sporcarle del fango che vi ho trovato dentro

    E faccio l'inventario di ciò che ho vissuto

    da quando da bambino
    subivo da mia madre il "pettine stretto"

    ad ora

    che dopo essermi allontanato da quei pidocchi

    ho trovato il mio mondo
    e ho finalmente sciolto i nodi del mio Essere
    . © ®
    Cesare Moceo

  • 25 febbraio alle ore 20:48
    Aiutare e Combattere

    E' dopo il tramonto

    quando la mente si rianima
    dalla calura bollente dei tormenti

    che l'han tenuta prigioniera nell'inerzia
    durante tutta la giornata

    che mi diletto a scrivere di piccole storie
    che divengono grandi avventure

    e di drammi che si trasformano
    in briciole di felicità

    E non m'interessa se ricevo
    disprezzo o ammirazione

    mi basta saper d'essere in prima linea

    e sentire nell'anima il piacere
    d'insegnare ad amare

    anche schiacciando un grilletto

    e pregare per il perdono
    restando in missione per conto di Dio
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    copyright

     

  • 25 febbraio alle ore 20:31
    Quattro passi sul lungomare

    Nell'ovvieta' del desiderio d'amare

    rifletto sulle mie sconfitte

    rese forti dall'umiliazione
    d'aver perso l'ingenuità e i sogni

    E confesso a me stesso
    di non sentirmi adultero

    nel rapporto quasi spento
    che ho con il mio tempo

    e non mi considero oggi

    solo un pezzo d'uomo

    che sfugge la realtà
    coprendola di futili passioni
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 24 febbraio alle ore 21:10
    Ora so cosa voglio

    Stravagante e audace
     m'appago spesso col senno del poi

    nell'orgoglio non tanto celato

    di sentirmi immune da pretestuosi avvisi
    e indesiderati preavvisi

    Mi perdo alcune volte 
    nei meandri delle parole non scritte

    quando m'assale il blocco dell'ispirazione
     
    ritrovandomi nel fidarmi soltanto del mio naso
    capace di fiutare oscuri presagi in tempo reale

    ruderi dei miei pensieri sparsi nei tunnel
    dove smarrisco la voglia di donarmi

    sentieri di morte poetica
    dove non dico più ciò che penso 

    e dove passo il tempo oziando
    e ricordando i miei inizi

    in attesa della mia fine

    E mi gusto così il piacere
    di non esser vissuto invano

    continuando a sognare tra le speranze

    nel desiderio di riempire il mio vuoto

    e rinascere dalla vecchiaia
    in una nuova giovinezza
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    copyright

  • 23 febbraio alle ore 21:02
    Frammenti d'anima piangono

    Rivedo tutti gli affanni
    nel fiato appannato dei miei specchi

    nell'aria sospesa in vivide meraviglie

    Pallido muto e con le membra tremanti

    cerco fragranze negli attimi dei ricordi

    provviste di vita ammassate

    sotto i veli della felicità
    sottili come il sospiro di un'arpa

    riflessi di desideri e gemiti
    celati in dolori dietro i sorrisi

    odori d'incenso e di dolcezza
    ad abbracciare il caldo fluire delle passioni

    di noi povere bestie

    costrette ad andature veloci

    in una sorta d'ininterrotto tuonare
    che rimbomba dentro la mente

    E getto i pensieri al suolo
    con rabbiosa precauzione

    e là immobile e muto...aspetto
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    copyright

  • 23 febbraio alle ore 20:32
    Ancora una vita

    Arriverai per vie impervie
    a soffocare gli aliti del vivere

    Tu che hai già deciso l'ora
    tra passato e futuro

    ti presenterai a fronte alta

    ferma nei tuoi intenti
    rivestiti di solo silenzio

    a riscuotere il presente

    tra lembi di vene abrase
    e lugubri rintocchi

    E io t'aspettero' qua

    immobile

    con le mani giunte
    a pregare per nuovi sogni

    a chiedere di esistere
    ancora in un'altra vita
    . © ®
    Cesare Moceo

  • 22 febbraio alle ore 20:54
    Evoluzione di un tramonto

    Ero e sono ancora
    nel tuo grembo materno

    e là resto

    nelle imperfette sfumature
    del tuo mondo colorato

    Conscio del mio tramonto
    do l'addio al mio sempre

    sciogliendo nella tua luce
    i catenacci del mio delirio

    Segretamente nostalgico
    rido della vita che più non ho

    con gli occhi brillanti di lacrime

    a specchiarmi
    nell'azzurro mare dell'inconscio

    in questo tempo
    che s'è fermato nei sogni

    e fugge via a liberare gli istinti
    lasciandomi nel pieno dell'allegria
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    copyright
     

  • 22 febbraio alle ore 20:36
    Il destino delle parole mute

    Il destino delle parole mute

    Stanco

    tremolante nelle gambe e nella mente

    passo il mio tempo
    a incontrare parole mute

    rimaste da sempre in bilico
    sugli orli dei cuori

    nel vuoto dei giorni d'apatia
    e delle pene patite

    E ascolto il racconto
    del loro esser sole

    nude senza un perché del loro silenzio

    rinchiuso nelle ombre
    di un buio che non ha rumori

    ad aspettare tacite e inermi
    il tramonto della vita

    e offrirsi vittime sacrificali
    al proprio martirio

    in bocche insaporite d'astinenze

    in labbra spente nel ribollire dell'odio

    in lingue anartriche
    che corrono veloci verso il loro destino
    . © ®
    Cesare Moceo

  • 21 febbraio alle ore 21:10
    E io tra di voi

    Speranze vaganti nel nulla

    disegnate sui muri dell'eternità
    e disperse in grovigli sospesi

    tra i fiori rinsecchiti del presente

    Uomini e donne e io tra di lor
    che nessuno ricorderà

    opercoli profumati
    vissuti ai confini del mondo

    nel valore della maldicenza gratuita
    sommersa da acredini e rancori

    e soffocati dal vivere d'infinito

    nell'eroismo di combattere le inibizioni
    rinchiuse nelle menti
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    copyright
     

  • 20 febbraio alle ore 20:57
    Sessantotto,sessantanove e...se è tanta

    Fomentiamo le nostre notti
    dentro rime d'intimità occulta
     
    concepimenti donati alle nostre bocche
    già fertili di sapori e d'emozioni

    vasti orgasmi della mente
    a far sgorgare in dimensioni condivise

    grandi perle d'erotismo
    attraversate dalla linfa del piacere

    nella fantasia di sospiri
    che trasuda il nostro gioire

    E restiamo sottosopra
    a godere delle nostre voglie

    a ingoiare umori e passioni

    e contare i battiti di quest'infinito amore
    nei piaceri della carne

    a catturare estasi
    che vanno oltre la carnalità

    quadri di sensualità dissoluta
    appesi alle pareti della trasgressione
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    copyright

  • 19 febbraio alle ore 20:39
    E intanto i cagnolini passeggiano

    Il silenzio della notte
    ha finalmente lasciato gli spazi
    ai nuovi raggi del sole
    rumoreggianti delle effimere chimere
    inseguite nei sogni
    ossessive gioie
    divenute pretesto per sfuggimenti d'amori
    cordoni ombelicali spezzati
    accompagnati da paure e solitudini
    tra i giardini sfioriti
    nei profumi palpitanti delle frustrazioni
    e sgargianti colori
    di voragini d'odio prive di fondo
    a intrider la terra delle sue ultime stille
    Cresce nei suoi sussulti il mattino
    e il mio amore alla vita
    E intanto i cagnolini passeggiano...e abbaiano
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    copyright

  • 18 febbraio alle ore 21:22
    Forse anch'io vado bene per questo mondo

    Percorro la mia chiesa
    con lunghi e veloci passi

    rinchiuso nel buio della mia clausura

    e là dentro m'immolo in tutta fretta
    nel timore di una fine imminente

    E soffro con Dio 
    per questo mondo e per la sua cupa libertà

    ostentata dalla meschinità umana

    dispersa nel ridondare di vuote parole

    e d'inconsapevoli vittime
    tramortite dalle sofferenze patite

    nel sottrarsi a passioni stravaganti
    divenute un gioco al massacro dell'anima

    E tremo nelle gambe

    nella speranza che il pulsar delle mie vene
    possa divenire un giorno

    visione estatica per tanti altri occhi
    .
    cesaremoceo

  • 17 febbraio alle ore 21:26
    Lettera ai miei fans

    Nel dubbio che nell'immediato futuro

    forse la mia reputazione
    preceda la mia fama

    ho la gioia di sapere
    che non è di vostra meraviglia

    se nel mio scrivere
    procedo assai speditamente

    Io depravato nel sommo piacere
    di coitare tra gli oceani delle passioni

    a scandagliare la mia creatività poetica

    e con le rughe marcate
    di chi ha sorriso poco nella vita

    annego naufragando

    nel rincrescimento d'aver scritto tante rime

    senza aver ancora trovato quella giusta
    a farmi divenir poeta

    E approfitto della vita finchè posso

    mentre mi struggo in quel dolore

    nella volontà di trovarmi
    con la giusta compagnia
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    copyright