username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Cesare Moceo

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Cesare Moceo

  • 11 aprile alle ore 20:52
    Verginità ancora intatta

    Mi suggestiono piacevolmente
    in questo mio eterno presente

    e nelle sue metamorfosi generazionali

    nel desiderio di sollecitarne
    le emozioni e la conoscenza

    E mostro tutte le mie bontà
    nelle sofferenze patite

    coltivate nei vivai delle rime

    a ostentare al mondo

    la natura del mio esser solitario
    e delle mie poesie

    E offro il mio estro
    ancora per un nonnulla

    solo qualche spicciolo
    di misera critica

    ammantata di misero amore

    a cantare l'epopea d'un uomo
    che si ribella a se stesso
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    copyright

     

  • 11 aprile alle ore 20:37
    Stamattina,svagando tra il mio intimismo

    Se mai
    riuscissi ad arrivare al cielo

    vorrei che tu fossi con me

    a godere delle meraviglie della vita
    viste dall'alto

    da un'altra angolazione
    con lo sguardo della contemplazione

    E mi accingo alla grandezza del vivere
    sognando strade d'eremitaggio

    nel nostro cammino fiabesco e misterioso

    tra il cinguettio degli uccelli
    e le suggestioni dell'anima

    E mi aggiro in quei dintorni aspettando l'Ascesa
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 10 aprile alle ore 21:24
    Destino infame

    E siam diventati tutti

    belle statuine di cristallo

    anche se incerte
    spaesate fragili

    con gli occhi tristi

    e con la malinconia
    a condizionarci nei lineamenti

    E c'inebriamo d'illusorie felicità
    nel raccontare al mondo

    il sapore degli attimi
    delle esperienze vissute

    e nel goder del piacere

    che esse restino intatte
    a ricordarci i tormenti patiti

    rivelare la natura dei pensieri
    nei giorni di frustrazione

    e le loro ristrettezze velleitarie
    a decretarne l'epurazione
    .
    cesaremoceo

  • 10 aprile alle ore 20:52
    Sorrisi e silenzi

    Sorrisi perduti

    ritrovati...dannati

    sorrisi condannati

    Assaporare i silenzi

    e ripensare a quante volte
    le mia labbra son rimaste chiuse

    abbracciate ai silenzi

    a parlare e gridare
    in mute grida urlate

    Rimpianti

    a soffermarsi con le ombre spontanee dell'anima

    a mostrarsi e illuminare le più belle emozioni

    E il resto a scivolar via
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 09 aprile alle ore 20:37
    Il mio mondo

    Annaspando tra sentimenti e delusioni

    vive il poeta
    a apprezzare più la mente che non il corpo

    nella passione che si ritrova

    Così vivo io...nel cantare la libertà innata del mio Spirito

    Un non so che di ubriacatura quotidiana di pensieri

    cosparsi di desiderio

    che avvolgono l'anima e la rivestono di vita

    e la cambiano e la rifocillano con immensi piaceri

    E rifletto...

    e mi costruisco un mondo tutto mio

    in cui apprezzare amare e desiderare

    sempre più il mio Essere
    e la voglia di donarmi al mondo e agli uomini

    in un nutrimento d'amore e di pace

    con la solitudine
    a far quasi da segretaria all'esistenza
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • Crudo nei pensieri

    mi ribello alle sofferenze e ai miei limiti

    nel ritrovarmi ingenuo a pensare
    che il mio scrivere possa piacere al mondo

    E vagabondo tra le rime

    rimanendo estasiato
    da stelle luccicanti d'amore

    che nella loro passione

    illuminano verità morbose

    fanatiche e maniacali

    nate per caso
    e smentite dalla lealtà dell'anima

    E mi vedo come fossi
    un mangiatore di rime rivestito da poeta

    che con l'inchiostro tra le dita

    percorre il suo sentiero

    a rimestare le orme già incise
    sulle tracce lasciate nel suo cammino
    . © ®
    Cesare Moceo

  • 09 aprile alle ore 20:32
    Occhi aperti e piedi per terra

    Attingo dal mio vissuto
    e dalle note del mio sapere

    per scansare
    gli strali del vittimismo di chi mi legge

    Nasco e muoio nei miei giorni

    mentre infurian le tempeste nel cuore

    riversando la cupezza dei miei versi
    nel crepuscolo culturale della genesi

    ingenua solarità del mio dire

    Frane di vita

    a rotolare negli archivi delle illusioni
    e nelle coincidenze delle imprudenze

    a seppellire il mio Essere
    in un'etica di sincera generosità

    nella mestizia d'odio e di pena

    di questo vivere che non riconosce
    le mie migliori intenzioni

    Io

    mediatore meschino e avaro tra Luci e Tenebre

    là ritrovo la mia pace

    in quel susseguirsi di rime
    dove ho il mio colloquio col mondo

    in quel non so che d'eterna attualità
    che mi trasporta e mi realizza
    . © ®
    Cesare Moceo

  • Masochismi

    dolori accettati nella ricerca del piacere

    inferti da pericolose incapacità morali

    nate in menti accecate da passioni scomposte

    Istinti da palcoscenico decisi dal destino

    fumetti a triste fine in cui tutto torna nell'oblio

    E disarmanti turpiloqui

    a gridare al mondo che l'onore
    conta molto meno di un fico secco
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 09 aprile alle ore 20:25
    Vivacità perdute

    Inefficaci sentieri

    impregnati di somma cupidigia

    s'inerpicano tra i tormenti intimi d'ogni vivere
    e la baldanza delle età già vetuste

    e s'insinuano arrampicandosi

    tra gli orli della superbia e delle tentazioni
    e lo scioglimento delle passioni

    Echi e suggestioni
    a fondersi in esauste emozioni

    e stingere i piaceri e le certezze

    in arrovellamenti della mente
    e in enigmi dell'anima

    seduzioni d'arcane vivacità
    perdute in ritualità sfaccendate

    impolverate di sentimenti in rovina

    con il cuore e i desideri a specchiarsi
    l'uno nel difetti degli altri
    . © ®
    Cesare Moceo

  • 06 aprile alle ore 21:19
    Ma io,sono ancora in me?

    Incline all'indulgenza
    e racchiuso in un unico senso

    con gli insegnamenti del cuore

    impegnati a sconfiggere
    l'ignoranza della mente

    vivo nel pudore dei sentimenti
    marciti nei solchi della mia vita

    in quegli attimi cupi
    che essa stessa mi ha regalato

    a afflosciare le funi solide dell'euritmia

    E subisco torture e altri abusi
    miseramente irrazionali

    nel mio capire ancora
    i valori dell'anima

    ormai persa nei drammi
    del suo scarlatto essere

    quando lo scalpitare del vivere
    tutta l'occulta e l'oscura

    nascondendone il fervore
    a questo mondo

    tanto attraente quanto ripugnante
    nei misteri che lo avvolgono
    .
    cesaremoceo

     

  • 04 aprile alle ore 21:21
    Ah...cosa fa l'amore

    Migrante d'affetti in condizioni precarie

    atmosfere evocate a vivere dentro
    l'incubo del fallimento

    m'accorgo d'aver rinchiuso
    tutto il mio mondo in una passione

    un sentimento che mi obbliga e mi libera

    Amore

    quest'immensa sacralità
    a rivestirmi di forza l'anima indifesa

    infragilita dalle paure e dagli inganni
    che arrancano scoperchiati

    dentro i quali tutto
    è obliquo sporco occulto

    e dove solo le urla del cuore innamorato
    potrànno far giustizia

    soppiantando gli odi della coscienza
    .
    cesaremoceo
     

  • Vado

    in quest'alba di un giorno qualunque

    e porto con me

    il mio bagaglio d'aspettative disattese
    e di speranze frustrate

    Ostinatamente vado

    in quest'alba di un giorno qualunque

    e porto con me i miei pensieri

    trascritti nel libro
    delle emozioni più intense

    a combinar le passioni
    con quelle del mondo

    pur sapendo che il mondo
    mi è traditore infedele

    E torno ancora

    in questo tramonto
    di un giorno qualunque

    portando con me
    le sofferenze raccolte

    e la paura delle torture
    che il mondo c'impone

    divenute ormai

    abitudini nascoste
    dentro l'anima in pena

    a comunicarci che la nostra storia
    finirà con una sconfitta
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 03 aprile alle ore 20:53
    Nuvole minacciose

    Nuvole

    convolute e drammatiche
    disegnate dal cielo

    che striano sfuggenti
    come fossero senza dimora

    onde di vita vissuta

    a morire innocenti tra le spiagge
    di queste guerre da tempi di pace

    E ci vuole una buona dose di coraggio

    oggi ipnotizzati dal benessere

    ad alzarsi al mattino

    far dipendere tutto dalle occasioni

    e pensar d'innaffiare
    i fiori cresciuti nell'anima inaridita

    concimarli con la durezza del vivere

    e cominciare l'asta quotidiana

    per mettere in vendita
    la fugacità dei giorni

    al miglior offerente
    .
    cesaremoceo

     

  • 03 aprile alle ore 20:36
    La giusta dimensione

    "I desideri e l'inquietudine
    m'hanno reso ciò che sono "

    E finita qua
    la mia storia tra tavoli e sedie
    e forchette e coltelli

    lascio quest'angolo di purgatorio
    per raggiungere e ritrovare il mondo

    appassiscono infine pranzi e cene
    e momenti di convivio e di servitù

    Entusiasta del mio gesto

    sfuggo sgomento e smarrimenti

    con la volontà d'esser partecipe alla vita

    Io

    nato nel mezzo d'un cimitero culturale

    dove la mente consigliava
    di non uscir dal loculo

    e vivere nel piacere
    d'ostentare incoscienze ed edonismi

    accetto la sfida
    della conquista di nuovi spazi di libertà

    nella ricchezza del mio sapere e del mio volere

    E non darò credito
    al percorrer in solitudine i miei sentieri

    poiché in quell'andare

    andrò a ritrovare la mia giusta dimensione
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 02 aprile alle ore 21:05
    Il sacro diritto alla vita

    Dissepolto dalle macerie della vita
    e animato dall'incoscienza
    ho preso l'abitudine di dormire
    con le luci dell'intelletto accese
    Troppo tempo ho passato nel mio buio
    legato alle catene del martirio
    cespugli di tormenti interiori
    cresciuti tra le piaghe dell'anima
    cortocircuiti anaffettivi
    intricatamente inestricabili
    a migrare da uno strazio all'altro
    passaggi di stile di vita presunta
    a insulsi schemi di potere
    posizioni diverse di pensiero
    in sensazioni d'amore falsato
    a far leva su paure e sentimenti
    nel mezzo del sacro diritto alla vita
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    copyright

  • 02 aprile alle ore 20:40
    La memoria di un artista

    E nella mente

    quando un ultimo tragico palpito

    avrà inghiottito il divenir della vita

    parole inutili

    anche dette nella povertà
    di cuori intessuti di spiacevoli contumelie

    rivolte al passato a scoraggiarne la memoria

    arricchiranno la speranza

    racchiudendo in sè il profumo della memoria

    a permeare i rischi dell'eterno ricordo
    e i suoi contrappesi nel vasto mondo dell'oblio

    E non serviranno urla di sguaiati pensieri
    all'esigenza d'ogni nuova sentenza
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 01 aprile alle ore 21:18
    Sono cresciuto eppur son rimasto bambino

    Rinchiuso in questo dilemma

    vivo di piccole sfumature

    che insinuano i tarli delle illusioni
    negli attimi del mio vivere

    Sono essi pericolose freschezze

    generosità mal riposte
    a penetrare la mia intimità

    e schiudere le porte
    della mia giusta età

    mentre limpide luci di pensiero
    riflettono chiari istinti di fanciullezza

    a mettermi contro me stesso
    e far sentire l'anima alle corde

    E do voce alle sfide della vita

    per imparare a sfuggire i tormenti
    che assillano la mia interiorità
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    copyright
     

  • 01 aprile alle ore 20:32
    I riflessi della mente

    Con le rime a dir
    dove trovar le mie risposte

    vivo abbracciato all'inquietudine
    delle mie tempeste

    a cercar in quei tormenti
    un po' di pace

    e credere di poter divenir
    il miglior poeta

    che non son mai stato

    Sussurro il desiderio
    e da esso mi faccio sussurrare

    nel mio bisogno impellente
    di quella Luce

    ringraziando a cuor felice chi

    col suo disprezzo

    dalle catene del silenzio
    ancor mi vorrà liberare
    . © ®

  • 31 marzo alle ore 20:48
    Capriole di vita

    In questo mondo

    che di sorprese
    sa darne ormai poche

    scandali di giornata
    scandiscono le ore

    E quegli attimi

    indispettiti e vaghi

    si riempiono di cieco chiacchiericcio

    a far dimenticare ansie e preoccupazioni

    a noi

    piccoli mortali

    e cospargerci di
    insopportabili infamie

    contrapposte a
    effimere felicità paranormali

    E così viviamo
    primavere roventi

    prigionieri di momenti
    poco chiari con il nostro vissuto

    a sopportare capriole di vita

    che sostituiscono le passioni
    con i tormenti
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 30 marzo alle ore 20:47
    Fantasmi di un recente passato

    Nomi

    d'uomini che dovremmo
    lasciarci alle spalle

    fantasmi
    da relegare al passato

    e invece tornano
    ansanti d'isolamento

    a ricomparire al cospetto del mondo

    eleganti

    disinvolti

    a elargire baci e saluti
    baciamano e riverenze

    Eccoli di nuovo a proclamarsi
    "rivoluzionari di professione"

    con la presunzione di sfuggire
    alla giustizia dell'urne

    dimenticando che il tempo

    galantuomo

    prima o poi

    raggiugerà anche loro

    Che dire di più...

    "Ai posteri l'ardua sentenza"
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    copyright

     

  • 30 marzo alle ore 20:32
    Angelo custode

    Vivo nel sublime piacere
    di render liberi i tuoi sogni

    accarezzando la delicatezza d'ogni tuo volere

    nell'immensa profondità del tuo esser donna
    moglie amica amante

    con la miriade di pregi e non pregi
    che ti impreziosiscono

    e svelano al mondo
    la mia speranza al mio domani

    E mi raccolgo

    rinchiuso nella mia intimità

    a pensare

    a credere e vedere nel nostro amore

    i nostri cuori che danzano

    abbracciati a piacevoli voluttà

    Noi

    sempre insieme

    a parlare ogni giorno alle nostre anime
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 29 marzo alle ore 20:52
    Falsi miti

    Misantropie talentuose costruite

    avvezze a ogni vissuto

    tra erudizioni rozze
    e sagaci commenti all'Essere

    dal quale imparare
    il contagio delle emozioni

    riconoscerne i colori
    e sentirne i sapori

    Essenzialità

    a forgiare la mente
    e traslarsi in mondi sconosciuti

    e in quell'immaginario
    conquistare gli ampi spazi della fantasia

    pensieri tentacolari
    ricchi d'imprevisti e d'oscurità morali
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    copyright
     

  • 29 marzo alle ore 20:38
    Tormenti

    Tormenti

    che cercano e trovano spazio
    nella complessità della vita

    e che nella consapevolezza della loro coscienza

    infettano l'anima
    dei profumi degli scandali

    e penetrano dentro i misteri delle sue crepe

    impregnandone d'unto
    le pareti oscure e contorte delle sue reticenze

    Tormenti

    maschere dalla pelle d'oca

    a intromettersi nell'interiorità

    misurarne l'immensa vastità
    e raccontarne ogni dettaglio

    per farsi accettare dal mondo

    pur soffrendone i preconcetti sciocchi e profondi

    nella felicita' di comprendere
    che la vita va oltre

    sotto ogni cielo

    E diventa poesia nel contrasto
    con i prodigi d'ogni sapienza
    . © ®
    Cesare Moceo

  • 28 marzo alle ore 21:17
    Le direzioni del cuore

    Luci tremule
    d'idee incendiate

    s'accompagnano
    a latrati di pensieri randagi

    in questa notte
    d'incubo e di buio

    Ore e rime si fondono

    in profonde incursioni dell'Essere
    nel quotidiano vivere

    inventando sagaci emozioni

    cosparse d'ironia senza logica
    e impregnate d'angosce

    nel gusto d'un dolce senza zucchero

    E chiedo al mondo l'allegria in affitto
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    copyright
     

  • 28 marzo alle ore 20:52
    Diverso

    Comprendermi

    e considerare questo mondo
    magico e maledetto

    Farne parte

    con la voglia di parteciparvi

    con le mie gambe
    le mie braccia i miei occhi

    la mia mente ruggente

    creativa

    a fiorire d'emozioni
    tra i rami rinsecchiti degli amori fraterni

    vitale

    nel mio futuro carico d'euforia e ottimismo
    tra le piaghe del vivere

    Diverso

    in questa generazione perduta

    dove uomini privi d'un qualsivoglia valore

    sono destinati a bruciarsi
    e scomparire nell'anonimato

    senza lasciar traccia...purtroppo
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright