username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Eli Curc

in archivio dal 25 nov 2006

04 marzo 1978, Luce

mi descrivo così:
La poesia... meraviglia! l'arte... insegue la vita. La vita... è vita

20 agosto 2007

Ora splende il giorno

Finita è la notte
Impalpabile è la tua assenza
Cicatrice profonda di questa mia esperienza
Forse ne sono innamorata

Amo la notte passata

 


No non posso chiamarti
Il numero è un contatto perduto nella mente
Smarrito il luogo e la via
Il tempo è distanza

 

troppo lontani nel giorno
tra noi vive alto il silenzio
Camere in penombra e letti disfatti ogni
mattina si specchiano nei miei occhi
Amica è stata la notte nel regalarci ore ed oscurità
Un'amica bugiarda che col sole svanisce
ormai si è bruciato il nostro candore argenteo
Nulla resta se non ogni volta

 

quella luna altera e lucente
Si nutre di noi  e richiama
i Ricordi che fedeli ritornano come umili servi
Al crepuscolo si da vita alla solitudine
Il gioco si è rotto

 

Un'altra notte trascorre

 

e questa volta aspetterò

 

il giorno
Il Tutto ci appartiene per divenire distante

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento