username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Elisabetta Pedata Grassia

in archivio dal 08 mar 2010

05 marzo 1988, Napoli

segni particolari:
Un'acrobata senza rete di sicurezza. 

mi descrivo così:
" (...) Magari fossi una candela in mezzo al buio." M.D.

05 dicembre 2012 alle ore 18:07

Navigare

E' umano
mi dice
il sospiro
del cuore

Palpita
Palpita
Scatena
Musiche intorno

Presa la barca
rilasciata l'ancora
Naviga
su specchi
di coscienza

Umano lo scricchiolio
di ossa
Come di palazzi
crollati
Fa del viaggio
una sfida

Ma
L'invisibile
Provvidente
Filo
Chiama il ponte
tra i due mondi
del cielo
e della terra
 Un raggio di sole
che sciabola
come tuono

Imbevendo ogni fibra

Umana l'anima
dell'albero
dalla resina bronzea

Un respiro 
Per il volo
pronto
 Un'altra onda

Da altre altezze
vedo
 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento