username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Elisabetta Pedata Grassia

in archivio dal 08 mar 2010

05 marzo 1988, Napoli

segni particolari:
Un'acrobata senza rete di sicurezza. 

mi descrivo così:
" (...) Magari fossi una candela in mezzo al buio." M.D.

24 novembre 2012 alle ore 18:11

Otto minuti e mezzo

Saprai d'esser vivo
Dipingendo
con gli occhi
I raggi
del sole

Che solo
l'uomo vivo
non ha tempo
e non si riduce
in spazio

Che solo
la libertà
ha braccia
gambe
ed è reale

Come soffioni
e i loro desideri

Saprai d'esser vivo
spogliandoti
da catene
e i fili spinati

Cantando la tua verità
come onironauta
del cosmo

Dove colori
e fiori
hanno musica
per vibrare
altissimi
Carezzando
l'idea perfetta
Che solo vita
porta vita

 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento