username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Gianfranco Pacco

in archivio dal 22 set 2009

04 ottobre 1963, Trieste - Italia

segni particolari:
Peter Pan dai canestri alla montagna, passando per il palco e la scrittura.

mi descrivo così:
Geometra... a canestro su un palco... sempre a zogar come i fioi su una nuvola... scriver de tuto come in una favola...

29 dicembre 2009

Un gireto co' la bora

In piaza xe borin
Me son sveià bonora
Man man che passa el tempo
Se alzerà forte la bora


In giro per Trieste
la me porterà
Parlar co la gente patoca
De sta granda zità


Una bela spazolada
del carso a miramar
La riva fin san giusto
I nuvoli spostar


E quando in ponterosso
Le bancarelle colorade
Con tante venderigole
Vigniva sbatociade


El mar coi sui colori
Le onde contro i scoi
Do muli che camina
Finissi slavazai


Che teneri che i xe
I se tien streti la man
Ma sto vento no perdona
Ribalta anca i tram


De opicina xe quel
Che tuti noi cantemo
Che ga solo el frenador
Intanto che tuti lavoremo


Xe tante canzonete
bone per far festa
Se canta volentieri
La bora e marinaresca


El carso fa figura
Con alberi e cespugli
Xe tuto dentro un quadro
Ottobre foie rosse
Par proprio piturado


Girando co la bora
Te rivi in val rosandra
Li tuto va pian pian
E anca le cascate
Te ciolerà la man


Te pol anca fermarte
Trieste no ga furia
Intorno sta a vardarte
El spettacolo dela natura


e dopo el molo audace
La bora te saluda
La va de novo in tana
Sora del municipio


Ma come no savevi?
La guardia la fa là
Insieme a mikeze jakeze
Su piaza unità

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento