username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Gino Patroni

in archivio dal 01 lug 2010

1920, Montemarcello, La Spezia

1992, La Spezia

segni particolari:
Io stesso mi sono definito: «Classe di ferro arrugginita alla svelta, mezzo geometra (per studi abbandonati), maestro elementare intero, sette anni di liceo classico (impiegato in segreteria), prigioniero in Germania, liberato dai francesi di Ledere e subito rifatto prigioniero per il coup de pòignard fascista del 1940, poi travet statale, giornalista professionista, depresso endogeno e indigeno (siccome vive alla Spezia, base navale e banale), abita di preferenza al reparto neuro ma sovente si ricovera a domicilio».

mi descrivo così:
Sono stato un giornalista e scrittore italiano.

01 luglio 2010

Le cinque della sera

Erano
le cinque
della sera,
le cinque
della sera,
le cinque
della sera,
sull'orologio fermo.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento