username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Giovanni Boccaccio

in archivio dal 23 nov 2001

1313, Firenze

1375, Certaldo o Firenze

segni particolari:
Il primo prosatore della tradizione letteraria italiana.

mi descrivo così:
Sono un innovatore, il "papà" degli umanisti, il mio Decameron infatti è ispirato alla nuova concezione antropocentrica dell'universo.

15 luglio 2011 alle ore 16:08

Quel dolce canto col qual già Orfeo

Quel dolce canto col qual già Orfeo
Cerbero vinse e il nocchier d'Acheronte,
o quel con ch'Anfion dal duro monte
tirò li sassi al bel muro dirceo;

o qual d'intorn'al fonte pegaseo
cantar più bel color che già la fronte
s'ornar d'alloro, con le Muse conte
uomo lodando, o forse alcuno deo:

sarebbe scarso a commendar costei,
le cui bellezze assai più che mortali
e i costumi e le parole sono.

E io presumo in versi diseguali
di disegnarle in canto senza suono!
Vedete se son folli i pensier miei!

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento