username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Jonathan Coe

in archivio dal 28 feb 2011

19 agosto 1961, Birmingham - Inghilterra

segni particolari:
Prima di divenire un grande scrittore sono stato un compositore semi-professionista di musica jazz.

mi descrivo così:
Sono considerato uno dei più grandi scrittori anglosassoni. Nei miei libri metto a fuoco la contraddizione e la paura dell'uomo moderno. "La casa del sonno" è una delle mie opere di maggior successo.

28 febbraio 2011 alle ore 11:29

La pioggia prima che cada

di Jonathan Coe

editore: Feltrinelli

pagine: 222

prezzo: 6,00 €

Acquista `La pioggia prima che cada`!Acquista!

Dopo aver letto La casa del sonno, sono stata rapita da una storia, un autore di cui non avevo mai sentito parlare prima. Ho deciso, quindi, di ordinare questo libro per vedere se era solo una questione di fortuna o se Coe sarebbe stato in grado di regalarmi altre emozioni simili o più forti. Ebbene, devo dire che è uno scrittore di pure emozioni, uno di quei pochi autori, che quando li leggi ti ritrovi la pelle d’oca alla fine della storia. Stupendo. Non serve dire che ho ordinato anche gli altri suoi libri, ma parliamo di questa storia. Rosamond muore ormai molto malata nel suo appartamento. A sua nipote viene recapitata l’eredità: una busta contenente sette – mi pare – audiocassette. La sua missione è quella di trovare una donna cieca e dargli questa busta. Se non dovesse riuscirci, dovrà ascoltare le cassette lei stessa. Ed è proprio ciò che accade mentre si trova nell’appartamento di Rosamond assieme alle sue due figlie. Nessuna di loro avrebbe potuto immaginare quello che avrebbero ascoltato: il più grande segreto di una famiglia, la loro famiglia, raccontato dalla stessa Rosamond nelle ore precedenti la sua morte. La storia è diretta ad Imogen, la donna cieca, e Rosamond la svela lentamente attraverso una serie di fotografie. Alcune di esse sono molto antiche, risalenti al tempo in cui nemmeno la madre di Imogen era nata e riguardanti la strana amicizia tra Rosamond e sua cugina Beatrix, la nonna di Imogen. Le foto prendono gradualmente colore fino all’ultima che svelerà il grande segreto. La considero una storia geniale e molto di più. Non è la storia che prende il lettore, ma il modo in cui essa viene raccontata. L’amore, la delusione, la felicità, ma soprattutto la malinconia nascoste in ogni singola frase travolgono quasi il lettore con il loro pathos. Devo dire che desideravo da tanto che un altro autore mi emozionasse così e sono veramente felice che finalmente è successo. Questo è un libro che vi fará sentire come se steste guardando una goccia nell’attimo in cui si ferma a mezz’aria prima di cadere. Senza fiato.

recensione di Katia Guido

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento