username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Piero Pelù

in archivio dal 06 nov 2006

10 febbraio 1962, Firenze

segni particolari:
Ho scritto la storia del rock italiano

mi descrivo così:
Rocker

06 novembre 2006

Pierrot e la luna

Luci infrangono lo spazio della vista
Questa notte la notte ha fermato il tempo
La luce e` un vortice
Questa notte non deve finire mai
Perche` sei bellissima
Luna avvolgimi lo spazio della vista
Accarezzo i tuoi occhi e mi resta in mano un po' di te
La luce e` un vortice
Come frammenti di voci lontane
Bianca lebbra di luce
Che m' attacca nel buio
La mia pelle si spacca e non si forma piu`
Bianca squama di cielo
Che mi insegue nel buio
La mia pelle si spacca e non si forma piu`
Sono ancora qui non mi spezzo mai
Potrei vivere nel sogno di volare
Lanciandomi a cavallo delle scie
Alzandomi come sabbia
Come un frammento che cade lontano
Bianche lebbra di luce
Che m' attacca nel buio
La mia pelle si spacca e non si forma piu`
Bianca squama di cielo
Che mi insegue nel buio
La mia pelle si spacca e non si forma piu`

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento