username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Renato Bergonzi

in archivio dal 11 giu 2008

29 aprile 1952, Sanremo (IM)

segni particolari:
Magrolino ma tenace. Reduce del '68...

mi descrivo così:
Sono un Sociologo. Dirigente nel Comune di Sanremo, Comunicazione e Cultura. Amo leggere, Suskind, Hraball. Adoro i luoghi improduttivi che hanno carattere, quelli che Izzo definiva con un'immagine: i luoghi per cui devi schierarti, o li ami o li odi.

06 agosto 2008

Nulla sanno

di Renato Bergonzi

editore: Chinaski Edizioni

pagine: 94

prezzo: 10,00 €

Acquista `Nulla sanno`!Acquista!

Renato Bergonzi ci accompagna in un viaggio nel recente passato degli anni '80. Ne esce fuori una sorta di reportage disilluso, che trova ispirazione nelle vicende di un gruppo di amici e nella città di Sanremo.
I luoghi, gli episodi, i personaggi e le loro storie si mostrano al lettore e si trasformano: non sono solo immagini e descrizioni, sono realtà. Renato ci prende per mano, ci porta in giro per i locali che ha amato e ci fa conoscere tante persone, per farci capire che Sanremo non è solo il festival più popolare della canzone italiana, Sanremo è molto di più. E allora via per i vicoli, alla ricerca del mare, di panorami unici, di umanità nei forni comuni dove incontrare persone, confrontarsi, esprimersi vicendevolmente amicizia e solidarietà.
Perché in queste storie non manca l'amore per gli altri, non mancano i riferimenti all'impegno politico protagonista delle vicende italiane del '68 e dei movimenti del '77. Erano ragazzi, sono diventati uomini e donne, e hanno visto in presa diretta i cambiamenti, radicali, della società che oggi viviamo. E al termine della lettura, non riusciremo a dimenticare quei protagonisti che sono stati portati via da una malattia che allora era nuova, misteriosa, e che ancora oggi miete tante vittime: l'HIV.
Noi della Redazione suggeriamo la lettura del libro abbinata al gusto di un vino della propria regione, perché i luoghi amati possono ritrovarsi dentro un buon bicchiere, e siamo sicuri che l'autore di "Loro sanno" apprezzerà questo consiglio.

recensione di Luigi De Luca

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento