username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Alberto Mazzoni

in archivio dal 16 gen 2009

03 settembre 1935, Roma - Italia

segni particolari:
Fisico da anziano, spirito da ventenne.

mi descrivo così:
Sono nonnobomba che mangia, beve e, talvolta,tromba!

07 ottobre alle ore 18:38

RIFLESSIONI SULLE RELIGIONI

Il racconto

La Chiesa ama le donne? Bella domanda, tornando indietro negli anni si trova un guazzabuglio di norme che distinguono tra coloro aderenti alla Chiesa cattolica che potevano sposarsi ed altri ai quali era proibito, un classico della Chiesa che spesso dice ‘No, però…’ Paolo VI che alcuni accusano  di non aver amato molto il sesso femminile,  (i maligni avevano sparso la voce che avesse assunto il nome di Paolo per…) Durante il suo Pontificato aveva affermato: “ Il celibato sacerdotale che la Chiesa custodisce da secoli come fulgida gemma conserva tutto il suo valore nel nostro tempo.” Alcuni Papi avevano portato come esempio  Gesù Cristo che era celibe. Il  Papa Albino Luciani un mese circa dopo la sua elezione al soglio pontificio era morto, ufficialmente d’infarto. I bene informati avevano fornito ben altra versione. L’ex Patriarca di Venezia il giorno prima aveva chiesto al vescovo Marcinkus presidente dello I.O.R., la banca vaticana di  visionare la contabilità di quell’istituto di credito, la notte successiva il suo decesso. Ovviamente nessuna inchiesta, come sempre in Vaticano non erano previste indagini come nel caso della scomparsa di Manuela Orlandi, perlomeno quelle ufficiali. Ad alcuni ultra conservatori appartenenti alla Chiesa cattolica la politica dell’attuale Papa Francesco non va proprio a genio. In fatto di sesso lo aveva dimostrato di essere antitradizionalista con  la  frase: “Chi sono io per condannare gli omosessuali?” In parole povere anche loro sono figli di Dio! Forse aveva avuto sentore  dei gravi scandali di appartenenti al clero   accusati di pedofilia un po’ tutto il mondo. Anche dei Cardinali erano stati implicati come  l’australiano George Pell, stretto collaboratore del Papa  condannato dalla giustizia del suo paese per abuso sessuale su minori poi assolto. Per inciso il Papa Francesco incita i cattolici alla povertà e ad aiutare i meno fortunati di aprire  loro le porte degli edifici ecclesiastici mentre, ad esempio, risulta che un Cardinale tale Tarcisio Bertone, che vox populi diceva si sentisse sicuro nell’ultimo concilio di diventare Papa (era entrato da Papa ed uscito da cardinale secondo un famoso detto) ha un alloggio tutto per sé di cinquecento metri quadrati con molti quadri di autori famosi e quindi di pregio e costosi. Secondo la stampa lo seguono anche i seguenti cardinali che hanno appartamenti di lusso: Velasio De Paolis, Franc Rodé, Kurt Kock, Raymond Leo Burcke presidente dello S.M.O.M, Williams Joseph Levada, Marc Ouellett, Sergio Sebastiani, Domenico Calcagno (detto Monsignor Rambo). E l’attuale Papa dove alloggia? Nel modesto appartamento della Domus Sanctae Marthae. Altra sua peculiarità: calza scarponi come quando era Cardinale in Argentina e non le scarpe di raso viola fatte su misura come i suoi predecessori. Alcuni giornalisti hanno ritenuto che forse il Papa pensasse di far sposare i preti  per un motivo pratico, quando si è giovani gli ormoni sono alle stelle e, in mancanza di femminucce i preti si rivolgono a quelli a loro più vicini: ragazzi e  ragazze adolescenti con le conseguenze che sono sotto  gli occhi di tutto il mondo. Purtroppo nelle regole della Chiesa non è previsto l’Istituto del referendum altrimenti chissà quale sarebbe stato il risultato. Negli Stati Uniti le chiese sono società con tanto di contabilità ed alcune hanno dovuto dichiarare bancarotta per il denaro risarcitorio che erano state costrette a sborsare ai ragazzi, non più tali che avevano subito in passato degli abusi sessuali. Altro argomento: chi può affermare che la propria religione sia quella vera? Nel mondo secondo una statistica le maggiori sono centotrentasette di cui sette cristiane. In passato, ed alcune anche ora si combattono fra di loro per dimostrare che la propria è quella vera, lotta che in passato ha portato a guerre sanguinose senza alcun risultato se non la morte di molte persone, impossibile stabilire quante. Papa Francesco in molte sue esternazioni ha affermato che ogni religione è degna di essere seguita dai propri adepti invocando la fine di questa inutile lotta. Anche per motivi politici non tutti i responsabili delle Chiese hanno accettato la sua tesi, lui pensa che col tempo questo pensiero germoglierà ma diciamo piuttosto che è una sua speranza. Per alcuni musulmani una conversione alla Chiesa cattolica vuol dire guai a non finire, anche la morte. Le donne nell’Islam sono considerate un oggetto e non hanno diritti, solo alcuni stati di recente e  con molta prudenza stanno riconoscendo alcune loro facoltà. Per non parlare degli omosessuali: alcuni dottori islamici cercano di curarli considerando la loro una malattia, alcuni stati prevedono per quelle persone la morte gettati dall’alto di un palazzo, peggio del Medio Evo! E chi si dovesse professare  Cristiano? Se gli va bene in alcuni stati musulmani dovrebbe pagare la ‘jizua’, una tassa necessaria per essere protetti! La chiesa cattolica in passato ne ha combinato di tutti i colori , fatti tremendi  riconosciuti anche da alcuni Papi eletti di recente. Conclusione di questa riflessione sulle religioni: alcuni aderenti, soprattutto i cattolici si rifugiano in essa nei momenti più duri della vita: morte di parenti, difficoltà finanziarie e casi analoghi chiedendo a Dio di intervenire a loro favore come se Dio fosse distratto e non vedesse le loro pene. La maggior parte delle persone religiose, soprattutto gli islamisti, per paura di gravi ritorsioni nei loro confronti, altri per fanatismo seguono pedissequamente quanto inculcato loro sin dalla prima giovinezza. Conclusione: ognuno di noi professi una qualsiasi religione (o nessuna) senza intaccare in alcun modo la vita degli altri, Costituzione Italiana docet.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento