username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Alessio Carlini

in archivio dal 17 feb 2012

Ferrara - Italia

13 gennaio 2013 alle ore 22:50

L'inferno, il clown e il destino

Io so benissimo com'è fatto l'inferno,
a tratti, mi cammina dentro ogni giorno,
è l'essenza delle mie luci,
m'ha costretto e ancora mi costringe ai viaggi più scomodi.

Ora, posso continuare a camminare e a fumare,
posso fermarmi al primo bar colmo d'occhi sconosciuti,
bere ed imbrogliare ...tutto d'un fiato il veleno,
e posso piangere,
e posso ridere ogni volta che mi ritrovo seduto sopra le montagne del mio passato,
io che so benissimo com'è fatto l'inferno,
posso adesso, scegliere da solo il mio destino.

Ho fatto tutto alla mia maniera,
sta scritto anche in questo brano che da ore ed ore ascolto,
e Frank Sinatra continua a dirmi:
“per che cosa è un uomo? Cos'ha ottenuto se non se stesso?
Allora non ha nulla per dire le cose che davvero sente, e non le parole di uno che si inginocchia; la storia mostra che le ho prese e l'ho fatto alla mia maniera”.

E adesso basta con questa blasfemia,
io vedo per ora solo una città fatta di clown,
una strada piena di pagliacci dal trucco triste,
un trucco inevitabilmente finto,
lo stesso trucco che sciolgo questa sera lavandomi sotto la pioggia.

Io so benissimo com'è fatto l'inferno, e adesso posso scegliere da solo il mio destino.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento