username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Racconti di Amanda Nebiolo

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Amanda Nebiolo

  • 13 febbraio 2007
    Sensi

    Come comincia:

    "Galoppo instabile su prati di miseri pensieri
    dentro il confine del mio essere parziale
    ed al cospetto di ogni mia più sterile passione."


    Che la libertà non abbia un prezzo, è la verità a cui si giunge forse solo con il tempo.
    Sempre ho creduto che il giudizio della gente fosse proprio lo scotto
    che avrei dovuto pagare per riuscire, o per provare, a vivere come
    avrei voluto.
    Il pensiero, sofferto e confermato, è che l'opinione altrui sia ancora
    l'abito che ognuno di noi deve indossare.
    Un abito che può diventare a tal punto stretto da indurre a fare
    determinate scelte nel tentativo unico di compiacere qualcuno
    e tale può essere la costrizione, da arrivare a pensare di poter
    accettare se stessi solo riuscendo ad ottenere l'approvazione del
    prossimo.
    Oggi concludo che, seppure il mio corpo dovrà indossare questa
    stretta veste in ogni suo giorno, ed ancor'oltre, a stabilire la misura
    del mio agire sarà invece l'Anima e, nell'Anima, le dimensioni
    possono diventare così grandi da riuscire a svestire l'abito cucito
    dalla gente ed indossare, ognuno, i colori della propria vita.


    "Galoppo libero su prati di liberi pensieri
    dentro il profumo del mio essere assoluto
    ed oltre il limite di ogni mia più fervida passione..."


    ... Sento il rumore della sfida,
    annuso l'acre del dolore,
    vedo la luce della fede,
    assaggio il gusto del peccato,
    tocco il velluto del piacere.

    Godo il tormento dei miei sensi.