username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Attilio Bertolucci

in archivio dal 24 mag 2006

18 novembre 1911, San Lazzaro (PR)

14 giugno 2000, Roma

segni particolari:
Ho messo al mondo due figli registi: Bernardo e Giuseppe.

mi descrivo così:
Sono stato l'ultimo rappresentante d'una generazione che ha dato - con Giorgio Caproni, con Vittorio Sereni, entrambi pressoché miei coetanei - moltissimo alla poesia italiana.

24 maggio 2006

Portami con te

Portami con te nel mattino vivace
le reni rotte l'occhio sveglio appoggiato
al tuo fianco di donna che cammina
come fa l'amore,
 
sono gli ultimi giorni dell'inverno
a bagnarci le mani e i camini
fumano più del necessario in una
stagione così tiepida,
 
ma lascia che vadano in malora
economia e sobrietà,
si consumino le scorte
della città e della nazione
 
se il cielo offuscandosi, e poi
schiarendo per un sole più forte,
ci saremo trovati
là dove vita e morte hanno una sosta,
 
sfavilla il mezzogiorno, lamiera
che è azzurra ormai
senza residui e sopra
calmi uccelli camminano non volano.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento