Maurizio Trapasso
  • Catanzaro (Italia)
  • 24/02/1971

Scritti da Maurizio Trapasso

20 su 150

Io non so disegnare l'anima. È un tratto troppo profondo per il verso.

Meno male che le parole non soffrono di influenza. Un commercio in meno per i segugi della dignità umana.

Affondo come una preghiera nel tempo stanco di dimenticare.

Cado dicendo che la vita è stata buona: Io la amo per sempre con tanto amore.

L'assenza è uno spermatozoide abbreviato, un sogno senza punto né virgola, un pomeriggio senza persiane e con errori negli occhi.

Affondai la mia testa nelle budella del silenzio affinché i cani non mordessero la mia solitudine.