username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Daniele Cavalera

in archivio dal 19 ott 2012

11 luglio 1967, La Spezia - Italia

segni particolari:
Creativo

mi descrivo così:
Dicono che sono simpatico, antipatico, realista, surreale, scostante, empatico, tollerante, intollerante, genio, folle, pragmatico, ignorante, acculturato, occultato, saldo, scollato, irreale, concreto, angelico, demoniaco, insulso, affidabile, ma soprattutto... UNICO

07 dicembre 2012 alle ore 23:59

TU POETA!

Il racconto

Vero! Non puoi definirti poeta. Ma ci sarà un tempo, se vorrai essere Poeta... che ti fermerai… inizierai a leggere e rileggere i tuoi scritti litigandoci, amadoli… molto spesso odiandoli! E strapperai fogli… brucerai tempo… consumerai sinonimi e aggettivi per correggere quello che rileggerai per la centesima volta. Oh, sì! E continuerai a farlo nell’oscurità dell’animo. Alla luce della solitudine. Ancora e ancora… Anche piangendo. Un giorno, anni e anni e anni dopo... ti sveglierai, non ricordandolo più… e ti chiameranno Poeta...

Commenti
  • Jean-Paul Malfatti Non sono bravo a comporre poesia! Scrivo frasi, aforismi e versi isolati che, quando messi insieme nel giusto ordine, diventano addirittura poesie brevi e semplici. Se io fossi un vero poeta, e non solo un aspirante tale, avrei raccontato la storia della mia tribolata e traumatica adolescenza in versi scritti con la penna dell'anima e l'inchiostro rosso sangue del cuore. Complimenti per il racconto e un forte abbraccio! Paolino

    22 marzo 2013 alle ore 17:01


Accedi o registrati per lasciare un commento